Menu
Cerca
Sponsorizzato

Dolore alla spalla? Trattamento fisioterapico conservativo e post-chirurgico

La parola agli specialisti: i dottori Giovanettoni e D’Avino H.

Dolore alla spalla? Trattamento fisioterapico conservativo e post-chirurgico
Idee & Consigli 07 Giugno 2021 ore 15:45

Il dolore all’articolazione della spalla è uno delle problematiche maggiormente riscontrate nella popolazione.
Patologie come borsiti, lesioni della cuffia dei rotatori, sindrome da conflitto o impingement, infiammazioni tendinee, capsulite adesiva, artrosi gleno-omerale, tendinite calcifica possono trovare una modalità di trattamento nell’approccio Fisioterapico.

Come spiegano i fisioterapisti della Clinica San Martino di Mese, il dottor Riccardo Giovanettoni e il dottor Serhiy D’Avino H.: «A seguito di una valutazione fisioterapica in accordo con lo Specialista Ortopedico, potrà essere impostato un percorso di trattamento che potrà contare di tecniche manuali, esercizi terapeutici e terapie fisiche come Tecarterapie e Onde D’urto ».

Quali i vantaggi di intraprendere un trattamento fisioterapico di tipo conservativo?
«La terapia di tipo conservativo ha come funzione primaria quella di disinfiammare i tessuti, ridurre la sintomatologia del dolore, agevolando il recupero della mobilità articolare e secondariamente della muscolatura».

Quali i vantaggi di intraprendere un trattamento fisioterapico post-operatorio?
«Nel caso in cui lo Specialista Ortopedico ritenga l’intervento chirurgico necessario, la Fisioterapia è considerata fondamentale nel decorso post-operatorio per rendere più veloce e massimale il recupero della funzionalità articolare e della forza muscolare».

Per maggiori informazioni potete chiamare la Clinica San Martino di Mese, in via Piatti 3 C, allo 034341011

Necrologie