Scuola

Coronavirus, serve aiuto per gli studenti che non hanno un pc

Un appello per consentire a tutti di seguire le lezioni a distanza.

Sondrio, 25 Marzo 2020 ore 16:49

Un aiuto per gli studenti che non possiedono un pc affinché possano seguire le lezioni a distanza, con le scuole ancora chiuse per l’emergenza coronavirus. A sottolineare la questione è il dirigente scolastico provinciale Fabuo Molinari.

Coronavirus, lezioni a distanza e Pc: l’intervento del provveditore

Ecco il testo della lettera che Fabio Molinari ha inviato a dirigenti scolsatici, Comuni e istituzioni.

Gentilissimi,
come ben sapete, anche la scuola si trova coinvolta in questa emergenza generale che ha investito il nostro territorio e tutta la nazione. Devo però ringraziare di vero cuore i Dirigenti, i Docenti ed il personale ATA che stanno facendo un lavoro eccezionale per garantire una efficace didattica a distanza a favore degli studenti e per assicurare i servizi essenziali delle Istituzioni scolastiche.
Tuttavia in questi giorni alcuni Dirigenti mi hanno segnalato che molti studenti non possiedono purtroppo un pc che possa consentire loro di seguire le lezioni o altri non hanno la necessaria copertura di rete per mantenere attiva la connessione. So che molti si sono già attivati per risolvere alcuni problemi ma mi permetto, aggiungendo a quello di altri il mio invito, di chiedere a chi può (scuole, istituzioni, comuni) di aiutarci ancora mettendo a disposizione i pc (fissi o portatili), anche a studenti non iscritti al proprio istituto, e di potenziare le connessioni telematiche, magari sentendo le proprie scuole di riferimento per capire se hanno questa necessità.
Cercheremo poi insieme il modo migliore per consegnarli a chi ne ha bisogno. Ringrazio anticipatamente tutti per la vostra collaborazione. Ho sperimentato più di una volta la generosità ed il grande cuore di questo territorio, che amo profondamente, e so che non sarò deluso.

Fabio Molinari

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: