Scuola e sci

Studenti valchiavennaschi a scuola sulla neve

Iniziativa promossa dalla Comunità Montana della Valchiavenna

Studenti valchiavennaschi a scuola sulla neve
Valchiavenna, 14 Febbraio 2020 ore 10:10

Lezioni di sci, teoriche e pratiche, formazione sulla sicurezza in montagna: per oltre duecento alunni delle scuole secondarie di primo grado della Valchiavenna, l’iniziativa “A scuola con gli sci”, promossa dalla Comunità Montana della Valchiavenna, è stata l’occasione per trascorrere alcuni pomeriggi sulla neve, per imparare a sciare o per affinare la tecnica. Grazie alla collaborazione di Stps, Skiarea Valchiavenna, società di noleggio dei materiali e maestri di sci, l’ente comprensoriale ha promosso un progetto che si propone di promuovere la pratica sportiva e di avvicinare i ragazzi alla montagna.

A scuola con gli sci

 

Non a caso, al programma gestito dai maestri di sci, che prevedeva una lezione teorica e un corso di sci alpino o snowboard di cinque lezioni della durata di due ore ciascuna, si è aggiunta una giornata conclusiva sulla sicurezza in montagna organizzata in collaborazione con il Soccorso Alpino, il Soccorso Alpino Guardia di Finanza, la Polizia di Stato e l’associazione di primo soccorso Volontari 3 Valli. La settimana scorsa, presso il campo organizzato in località Larici, a Madesimo, i corpi che operano in ambiente montano e in campo sanitario si sono presentati ai ragazzi e hanno mostrato nella pratica come si interviene in caso di valanghe per la ricerca e il soccorso delle persone. Dal primo segnale inviato da chi si trova in difficoltà al disseppellimento, attraverso la ricerca Artva, fino al trattamento sanitario. Una lezione che i ragazzi hanno trovato molto interessante, tenuta da persone che operano in montagna e vigilano sulla sicurezza delle persone. Gli argomenti trattati sono stati approfonditi nel successivo dibattito. A confermarlo è Giovanna Panzeri, insegnante dell’Istituto Garibaldi di Chiavenna: ≪L’iniziativa è molto apprezzata perché permette di avvicinare allo sci anche i ragazzi che altrimenti non ne avrebbero occasione – sottolinea -, con poche lezioni acquisiscono le competenze necessarie per proseguire con la pratica sportiva. La giornata conclusiva è molto utile e formativa, anche in vista della fruizione della montagna da adulti. I ragazzi hanno partecipato attivamente, e sono rimasti molto colpiti dall’attività svolta con l’ausilio del cane da soccorso≫.

Bilancio positivo

Per la Comunità Montana della Valchiavenna il bilancio è completamente positivo. ≪Grazie alla stretta collaborazione fra pubblico e privato consentiamo a tanti ragazzi di sciare e di conoscere da vicino la montagna – spiega il vice presidente Michele Rossi -: la risposta è stata più che soddisfacente, sia in termini di numeri che di gradimento. La lezione sulla sicurezza è servita a far capire loro che in montagna ci si può divertire molto ma senza sottovalutare i pericoli: è fondamentale vivere l’esperienza in modo più consapevole, adottando i comportamenti corretti e prestando attenzione alle comunicazioni sui gradi di rischio≫