Andrea Prandi, scopriamo il giovane talento bormino

Intervista a una promessa dello sci alpinismo

Andrea Prandi, scopriamo il giovane talento bormino
Sport 14 Novembre 2017 ore 07:37

Dopo il recente raduno collegiale allo Stelvio e la Valtellina Wine Trail l'atleta della nazionale di sci alpinismo si racconta

Andrea Prandi, giovane talento bormino sugli scudi

Il ghiacciaio dello Stelvio ed il capoluogo della Valtellina sono stati teatro di training (raduno collegiale della nazionale di ski-alp) ed agonismo (la quinta edizione del celeberrimo Valtellina Wine Trail) per il talentuoso atleta nativo lecchese (Merate), ma di adozione bormino “purosangue” da parecchi anni. Non ha ancora vent’anni (li compirà il prossimo anno) e corre da quando ne aveva sette; come abbiamo avuto modo di sottolineare in precedenza, è originario della provincia di Lecco, ma da molti anni vive in Alta Valtellina, in quel di Bormio. Come personale allenatore (per la specialità di mountain - running) ha al suo fianco un certo Marco De Gasperi e per lo ski-alp un altro importante e blasonato allenatore, ovvero Davide “Toio” Canclini.

Protagonista

Il suo nome è Andrea Prandi, già noto nell’ambiente mountain - running e dello ski-alp e con medagliere ricchissimo di importanti riconoscimenti nazionali e internazionali, tanta grinta e soprattutto talento innato; tutti ingredienti questi che lo hanno portato a vestire la maglia azzurra per la corsa in montagna e lo sci alpinismo.

Le sue parole

"Sono nato il 5 marzo 1998 a Merate ed attualmente abito a Bormio, in Alta Valtellina. Ho 19 anni e corro da quando ne avevo sette. La mia prima società sportiva è stata la Termotecnica Merate; successivamente quando mi sono trasferito a Bormio ho iniziato a praticare lo sci alpino con lo Sci Club Bormio e a correre con l’Unione Sportiva Bormiese, e successivamente con l’Atletica Alta Valtellina. Da tre anni pratico lo sci alpinismo con lo Sci Club Alta Valtellina e dove ho conosciuto Davide “Toio” Canclini che mi ha “iniziato” – per l’appunto – a questa meravigliosa pratica sportiva; da quest’anno (mountain running) faccio parte del team Hoka One One (azienda che produce scarpe da running) e dove ho come allenatore Marco De Gasperi".

Il 2017

"Quest’anno ho terminato i miei studi; mi sono diplomato conseguendo il diploma presso la scuola alberghiera di Bormio nel settore cucina. Il mio obbiettivo ora è quello di diventare un atleta professionista e di trasformare le mie passioni nel mio lavoro, ma questo non sarà sicuramente facile per la concorrenza agguerrita. In aggiunta ho un altro sogno nel cassetto e cioè quello di entrare a fare parte di un gruppo sportivo… è uno dei miei sogni! Sono comunque e fermamente convinto che i prossimi tre/cinque anni a venire saranno quelli decisivi".

Prossimi impegni

"Preparare al meglio la prossima stagione invernale 2017/2018 dove sarò impegnato - come ultimo anno - da Juniores (nel 2018 saranno venti le mie primavere). Replicare la stagione 2015 con tre titoli italiani, guadagnarsi qualche medaglia agli Europei e perché no, vincere la Coppa del mondo".

Necrologie