Calcio: un valtellinese sceglie il successore di Tavecchio

E' Simone Spandrio che rappresenta gli arbitri del nord Italia.

Calcio: un valtellinese sceglie il successore di Tavecchio
Sport Bassa Valle, 16 Gennaio 2018 ore 05:00

C'è anche un valtellinese tra chi il 29 gennaio sceglierà il successore di Tavecchio. Un passaggio fondamentale per il nostro calcio dopo l'eliminazione dai Mondiali e le successive dimissioni del presidente della Ficg.

Si sceglie il successore di Tavecchio: un valtellinese all'assemblea

Il valtellinese è Simone Spandrio, di Cosio Valtellino, ex presidente della sezione di Sondrio degli arbitri e ora tra i tre delegati degli Ufficiali di Gara per la macroregione del nord. L'assemblea elettiva per nominare il nuovo presidente della Figc è stata fissata per il prossimo lunedì 29 gennaio. La riunione avrà il compito di rinnovare anche le altre cariche decadute dopo le dimissioni presentate dall’ex presidente Carlo Tavecchio.

Ecco come è composta l'assemblea

L’Assemblea si compone di 275 delegati che intervengono in rappresentanza delle società della Lega Nazionale Professionisti Serie A e Serie B (spesso i presidenti delle società), della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), della Lega Nazionale Dilettanti, degli atleti, dei tecnici e dell’Associazione Italiana Arbitri. All’interno dell’Assemblea l’Aia rappresenta circa il 2%.

Il commento di Spandrio

Spandrio spiega: "Sono stato eletto quale delegato della macroregione Nord, grazie ai voti dei presidenti delle sezioni Aia della Lombardia, con altri due colleghi uno piemontese e uno friulano (adesso dimessosi e sostituito da un altro piemontese). Un ruolo di responsabilità all’interno dell’associazione che mi inorgoglisce, anche per la fiducia affidatami dai miei colleghi".

In passato gli arbitri avevano sostenuto Tavecchio

La scorsa elezione l’Aia aveva appoggiato la candidatura di Tavecchio, dimessosi il 20 novembre scorso a seguito della mancata qualificazione della Nazionale ai prossimi Mondiali.

Necrologie