Sport

Campionati Italiani sci alpino a Santa Caterina Valfurva

Campionati Italiani sci alpino a Santa Caterina Valfurva
Sport Alta Valle, 22 Marzo 2018 ore 16:31

Christof Innerhofer e Johanna Schnarf vincono i titoli tricolori di discesa e combinata centrando una fantastica doppietta. Si è chiusa con la vittoria dei due portacolori delle Fiamme Gialle la prima giornata dei Campionati Italiani sci alpino in corso di svolgimento a Santa Caterina Valfurva e organizzati splendidamente da Cancro Primo Aiuto, con il patrocinio della Regionale Lombardia, della FIS e della FISI. Su una Deborah Compagnoni tirata a lucido, grazie al sapiente lavoro dell’equipe guidata da Omar Galli, e in una giornata fantastica, con temperatura frizzante con pochi gradi sotto lo zero termico, si sono tenute le prime due prove dei tricolori, la discesa libera al mattino e lo slalom per la combinata nel primo pomeriggio.

Grande spettacolo

Spettacolo puro in discesa, con tutti i big al via eccezion fatta per l’infortunato Fill. La nuova campionessa italiana è la bolzanina Johanna Schnarf del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle che ha domato la Compagnoni concludendo la prova con il tempo di 1’24”37. Dietro di lei altre due compagne di squadra, l’olimpionica Sofia Goggia, seconda col tempo di 1’24”79, e Nadia Fanchini, terza a 58 centesimi. Assegnato anche il titolo italiano Giovani, per le nate dal 1997 in poi. Primo posto per Nadia Delago (Fiamme Oro) che, col tempo di 1’25”88, ha preceduto di 1”06 la figlia d’arte Teresa Runggaldier (Fiamme Gialle) e di 1”14 Sara Dellantonio (Fiamme Oro). Tra le valtellinesi, da segnalare l’8° posto della bormina Federica Sosio (Cs Esercito - 1’26”49) mentre la livignasca Jole Galli (Cs Carabinieri) ha centrato la 19^ piazza col tempo di 1’27”79. Su una pista che gli piace parecchio e che l’ha visto protagonista in Coppa del Mondo, Christof Innerhofer (Fiamme Gialle) ha vinto il titolo italiano, terminando la prova col tempo di 1’22”08 e rifilando 20 centesimi a Matteo Marsaglia (Cs Esercito). Terzo il brianzolo Davide Cazzaniga (Cs Esercito) che ha concluso la gara col tempo di 1’22”58, scalzando dal podio Dominik Paris (Cs Carabinieri – 1’22”60). Per onore di cronaca la gara l’ha vinta lo svizzero Ralph Weber col tempo di 1’21”85. Tra i giovani ha prevalso Federico Simoni (Cs Carabinieri) che, col tempo di 1’23”97, ha preceduto di un solo centesimo di secondo Nicolò Molteni (Cs Esercito). Terzo, con 1’24”31, Pietro Canzio delle Fiamme Oro.

Combinata

In combinata non sono cambiate le cose, almeno per quel che riguarda i vincitori del titolo italiano. In campo femminile Johanna Schnarf ha dominato anche lo slalom e vinto il secondo titolo tricolore di giornata col tempo totale di 2’11”95, superando ancora una volta Sofia Goggia, seconda col tempo di 2’12”88, e Nicol Delago, terza con il tempo di 2’13”90. Dodicesima in combinata Jole Galli mentre Federica Sosio è uscita nello slalom. Sofia Pizzato (Esercito) ha vinto il titolo Giovani. La combinata maschile l’ha vinta lo svizzero Ralph Weber col tempo di 2’08”02 davanti a Christof Innerhofer che si è aggiudicato il titolo italiano col tempo di 2’08”46. Sul podio della combinata Pietro Canzio (Fiamme Oro), 2’09”08 (vincitore del titolo italiano Giovani), e Matteo De Vettori (Fiamme Gialle), 2’09”21. Da segnalare il buon 18° posto del bormino Tommaso Canclini, grazie ad un’ottima prova di slalom.
Il programma dei campionati italiani prosegue domani con le due prove di Superg. Alle 9 al via la prova femminile e, a seguire, quella maschile mentre alle 17 in piazza Magliavaca si terranno le premiazioni delle prime due giornate. Sabato il gran finale con le due prove di gigante che concluderanno alla grande l’edizione 2018 dei campionati italiani di sci alpino.

Dichiarazioni

Christof Innerhofer: “Peccato che la stagione finisca adesso. Dopo le Olimpiadi mi sono risvegliato, ho cambiato un po’ di cose e mi sono trovato bene. Ieri un allenatore mi ha detto: “Innerhofer in forma per…. l’estate”. Purtroppo è così, ma ci saranno altre stagioni e altre occasioni”. Si chiude un quadriennio olimpico con tanti rimpianti. “Se potessi vorrei ritornare indietro di due mesi, sono convinto che avrei potuto fare molto meglio. Ma adesso è giusto guardare avanti. Nelle prossime settimane mi allenerò in gigante perché questa disciplina mi permette di rimanere tecnicamente forte in discesa. E spero, in futuro, di riuscire a far bene, meglio, e di confermare i risultati che spesso ho conseguito in prova. Mi sento giovane nonostante i miei 33 anni, finché avrò questa passione andrò avanti, sicuramente ancora per tanti anni”.

Johanna “Hanna” Schnarf

“Non mi aspettavo di certo una doppia affermazione, soprattutto in combinata perché in slalom ultimamente non andavo granché bene… Lo slalom lo “frequento” talmente poco che non so mai in che condizioni sono, oggi ho azzeccato una buona manche e sono contentissima. In discesa sono andata bene anche in prova ma in gara è stata tutta un’altra cosa perché la neve era più difficile. Oggi è stata una bella discesa, si viaggiava bene e il terreno era anche mosso. Ho sfruttato la mia esperienza e sono riuscita a vincere… due titoli italiani per la prima volta. Sono felice, il campionato italiano vale tanto, anche per i gruppi sportivi e a questo proposito ringrazio le Fiamme Gialle”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie