Sport

Coppa Italia: la Nuova Sondrio Calcio non va oltre il pari

Coppa Italia: la Nuova Sondrio Calcio non va oltre il pari
Sport 28 Agosto 2022 ore 14:41

Risultato complessivamente positivo, ma prestazione non esaltante quella offerta
dalla Nuova Sondrio sul campo del Calolziocorte nella prima giornata di Coppa Italia andata in scena ieri in un caldo pomeriggio di fine estate.

Cronaca

La squadra di mister Fraschetti pativa in avvio l’aggressività e l’entusiasmo della formazione di casa guidata da Daniele Perego, che al 6’ si rendeva molto pericolosa con una serpentina in area di Sare, neutralizzata in uscita bassa da Rodriguez che sventava la minaccia. I biancazzurri lentamente prendevano campo, iniziavano a far girar palla nel tentativo di creare occasioni pericolose e trovavano qualche varco sulle fasce, senza riuscire però a essere concreti in fase realizzativa, esponendosi ogni tanto alle ripartenze lecchesi comunque sempre ben neutralizzate.

Al 31’ era Busto a trovare il varco giusto sulla sinistra e indirizzare un assist prezioso per Stefanazzi solo davanti al portiere, ma l’esterno dell’attaccante biancazzurro finiva alto sulla traversa. Il caldo si faceva sentire, con l’eccellente arbitro Semeraro a interrompere il gioco nei due tempi per il cooling break, dando la possibilità alle squadre di dissetarsi.

La pausa giovava agli ospiti, che al 36’ confezionavano un’eccellente manovra sulla destra, con Viviani a servire Sheriff, la cui conclusione terminava fuori. Al 44’ l’occasione più ghiotta per i biancazzurri con una conclusione di Lamia molto pericolosa da fuori area, su cui Corti si esaltava deviando in corner.

La ripresa non cambiava il copione del match, regalando però ancora meno emozioni al folto pubblico assiepato sulla tribuna scoperta del campo lecchese, col Grupp Sasèla sempre presente coi suoi sostenitori. Al 60’ era ancora Viviani a cercare e trovare spazio sulla fascia, indirizzando un pallone in area che Facundo di testa colpiva senza troppa efficacia, permettendo a Corti di neutralizzare.

La partita viveva di lunghi fraseggi a centrocampo dei sondriesi senza però che si concretizzassero in efficaci azioni da gol, anche per i tanti errori nell’ultimo passaggio e la poca lucidità in fase realizzativa, malgrado gli innesti attuati da mister Fraschetti abbiano evidenziato grande determinazione.

I biancazzurri rischiavano solo sulle ripartenze dei locali, come all’83’ quando un cross dalla destra vedeva Viviani sventare la minaccia, con il Calolzio a protestare per un presunto fallo di mano.
All’88’ era Rodriguez uscire su corner di pugno allontanando la palla, mentre Moroni si rendeva protagonista di alcune serpentine sulle due fasce che mettevano in seria difficoltà la difesa locale, ma non trovavano nessun compagno in area a sfruttarne il suggerimento, così come Chilafi lottava con grande determinazione in mezzo al
campo, recuperando palloni e cercando di trovare spazi sempre più chiusi dalla
retroguardia locale. In pieno recupero una conclusione perentoria dal limite di Busto vedeva l’ottimo Corti pronto a respingere. Andava in archivio un match in cui veniva ribadita la solidità difensiva di Escudero e compagni, oltre alle trame di gioco ben orchestrate dal centrocampo valtellinese, ma
emergeva la necessità di una maggior precisione nelle trame offensive e in fase realizzativa.

Prossimo appuntamento

I ragazzi guidati da mister Fabio Fraschetti riprenderanno domani gli allenamenti alla Castellina in vista del secondo incontro di Coppa Italia previsto in casa martedì alle
20,30 contro la Colicoderviese.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie