Dal 3a all’8a+, tutto quello che c'è da sapere su Gerolasass

Mondo roccia, ambiente e media generalisti, l’attenzione si sposta su Gerolasass raduno di arrampicata in programma il prossimo 21, 22, 23 giugno e sulla nuova formula di gara

Dal 3a all’8a+, tutto quello che c'è da sapere su Gerolasass
Sport Bassa Valle, 31 Maggio 2019 ore 13:44

Si arricchisce di nuovi loghi, sponsor e media partner l'evento di arrampicata sportiva Gerolasass, Gerola Alta, Valtellina, con il raduno sportivo fissato il 21, 22 e 23 giugno e che propone una formula speciale bouldering + corda.

Dal 3a all’8a+

Si sale sì sui massi, belli, duri, con linee e movimenti esplosivi, ma si fa anche corda. Su vie di forza e resistenza, roccia nuova di zecca, “monotiri”, che i primi ragazzi e ragazze passati in Valle, hanno definito «Bellissimi». Grande attenzione viene richiamata dalle caratteristiche della roccia, un verrucano, lavorato ed eroso che propone un’arrampicata varia, tecnica e contemporaneamente di forza. Si contano in due aree distinte, una a monte e una a valle del paese, circa 200 passaggi boulder freschi di tracciatura, di difficoltà dal 3a all’8a+. Mentre, per quanto riguarda la corda, 50 tiri di lunghezza dai 10 ai 20 m. adatti all’arrampicata dei più piccoli, dei neofiti, arrivando fino all’8b/c e con progetti da liberare. Ma l’attenzione degli addetti ai lavori, il mondo della montagna, del turismo, in queste ore si sta concentrando sul nuovo format gara e sulla formula della manifestazione che prevede bouldering + corda.

LEGGI ANCHE: Gerolasass, già 100 iscritti alla gara evento FOTO

Parola di Simone Pedeferri

«Gerolasass – ha spiegato Simone Pedeferri, il top climber che, insieme a Cristian Candiotto, figura di riferimento per gli sport alpini in bassa Valtellina sta valorizzando la bassa quota della Valgerola – come sito ha tanto. Raramente si apre ex novo un’area di arrampicata che conta 200 passaggi boulder e 50 monotiri, con questa varietà sui gradi, su zone vergini. Abbiamo aperto tanto, sia massi sia vie e l’abbinamento bouldering più corda ci è sembrata una formula più viva e nuova. Sul format gara – ha proseguito – la classifica sarà solo per il boulder, con un superpremio per la corda. La manifestazione verrà svolta a raduno autocertificato. Con i blocchi gara di difficoltà progressiva, per le donne, 6c/7a la prima fascia, 7a/7b i blocchi centrali, poi 7b/7c+. Per gli uomini 7a/7b in avvio, dal 7b al 7c nella fase centrale e dal 7c in su per la terza fascia. E sui punteggi previsti, se sali flash guadagni un +. Le linee – ha spiegato il tracciatore – sono tutte di qualità, ci sono boulder come “Bucolico”, o “Black Panther” bellissimo passaggio con partenza straesplosiva e sopra da scalare, su un blocco alto. Tanto che lo volevo spittare, poi, calandomi dall’alto ho visto che la paretina sopra si poteva fare. Sotto è tirato. O “Capra Orobica” strapiombo stupendo di continuità, attraverso un tetto di cinque metri. In un ambiente bellissimo».

LEGGI ANCHE: Nuova palestra di roccia e bouldering in Valgerola

Un paese che ci crede

I tracciatori sottolineano un altro aspetto della manifestazione che sta carburando. «Non succede spesso che un Comune e un paese si aprano ad uno sport, che, qui, ad esempio, era praticato solo in quota. Trovare un paese che ci creda, che investa nel territorio. Vanno ringraziati. Il nostro movimento esiste anche perché ci sono spazi nuovi che catalizzano. Centri che innovano. E dal mondo della arrampicata la risposta di gradimento, va data. L’appuntamento è per il 21, 22, 23 giugno». Per le iscrizioni, www.gerolasass.it . per ogni info, 393.8644223, +39 0342.601140, gerolasass@gmail.com

Necrologie