Ciclismo

Giro d’Italia Under 23, la tappa del 9 giugno partirà da Sondrio

Ecco tutti i paesi toccati dalla corsa prima dell'arrivo in salita a Campo Moro.

Giro d’Italia Under 23, la tappa del 9 giugno partirà da Sondrio
Sport Sondrio, 09 Marzo 2021 ore 13:44

È stato il Comune di Sondrio ad ospitare oggi, 9 marzo 2021, l’ultimo sopralluogo prima dell’ufficializzazione finale della tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23. Sarà la  Sondrio-Lanzada Campo Moro, in programma mercoledì 9 giugno.

Giro d'Italia Under 23, il sopralluogo

Il passaggio della più importante e prestigiosa corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23, trampolino di lancio per i futuri campioni del ciclismo professionistico, rappresenterà per il territorio un ulteriore e atteso “step” di quella ripartenza che passa anche attraverso il ricco calendario di appuntamenti estivi della Valmalenco e di tutto Mandamento di Sondrio.

Alla presenza dell’assessore Michele Diasio, del direttore generale del Giro d’Italia Under 23 Marco Selleri e del direttore organizzativo Marco Pavarini, del sindaco di Lanzada Cristian Nana e del vice sindaco Serafino Bardea, si è parlato degli aspetti organizzativi e logistici della manifestazione che oggi è inserita nel più ampio progetto voluto fortemente dagli enti provinciali come supporto alla promozione del cicloturismo del Territorio. Gigi Negri come coordinatore del progetto Provinciale e Roberto Pinna (direttore del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco) hanno chiuso le presenze all’incontro.

Ecco tutti i paesi toccati dalla tappa

Una tappa che valorizzerà non solo Sondrio, ma tutto il territorio ed i Comuni della Comunità Montana di Sondrio. La carovana nel suo passaggio toccherà la città del vino di Chiuro, Tresivio, Albosaggia, Berbenno, Castione, Triangia per poi salire in Valmalenco, dopo il passaggio a Lanzada. Lo strappo finale degli atleti sarà in direzione di Campo Moro che negli anni passati si è resa già protagonista in una la tappa del giro Rosa.

Ciclismo e promozione

Il Giro d’Italia Under 23 si ripropone anche come un grande progetto sportivo e di promozione che anche -e soprattutto-in questa fase di ripartenza vuole sostenere le persone e i territori che dimostrano una volontà nel crescere e costruire il proprio futuro, proprio come i ciclisti U23 che potranno tornare a inseguire il sogno di passare al professionismo.

Necrologie