Sport
atletica

I valtellinesi ai Campionati Italiani Allievi/e

Importante esperienza per Paganoni, Lanzini, Rovedatti E Bertolina.

I valtellinesi ai Campionati Italiani Allievi/e
Sport 21 Giugno 2022 ore 08:59

 

 

L’Arena Civica Gianni Brera di Milano, dalla mattina di venerdì 17 a domenica 19 giugno, ha ospitato i Campionati Italiani Allievi e Allieve di Atletica Leggera.

All'Arena di Milano

Il magico impianto napoleonico, che negli oltre duecento anni di vita ha ospitato manifestazioni d’ogni genere, diventando finalmente la casa dell’atletica leggera nel corso del Novecento e registrando ben 14 record mondiali, ha visto in azione per la terza volta (era già accaduto nel 1968 e nel 2015) sedicenni e diciassettenni provenienti da ogni parte d’Italia. Sono stati circa 1500 e tutti di buon livello: la partecipazione è infatti aperta esclusivamente a chi ha conseguito l’impegnativo minimo fissato dalla FIDAL per ciascuna gara. Della provincia di Sondrio solo 4 gli atleti che avevano ottenuto la qualificazione e si sono cimentati nelle gare: Sofia Paganoni (CO Piateda Pneumatici Valtellina Oilservice) nel salto in alto, il compagno di squadra Daniele Lanzini nei 110 ostacoli, Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) nei 1500 e 3000 metri, Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina) nei 3000 metri.

Tanta esperienza

La prima a scendere in pista è la saltatrice Sofia Paganoni (1,64 la sua misura di accredito). Sofia supera al primo salto le misure di 1,50 e 1,56 metri e decide di passare a 1,62 metri, ma purtroppo sbaglia 3 volte e si piazza al 16° posto.

Tocca poi alle mezzofondiste Elisa Rovedatti e Melissa Bertolina che gareggiano in due serie diverse: nella prima serie la vicecampionessa regionale di corsa in montagna Melissa mette a referto il tempo di 11’26”75 che le vale il 26° posto finale, mentre la campionessa regionale 20 minuti in pista Elisa nella seconda serie, la più veloce, ferma il cronometro dopo 11’04”88 che equivale al 21° posto finale.

Domenica mattina la morbegnese Rovedatti bissa e si presenta al via dei 1500 metri, corre nella prima serie e chiude in 4’56”50 che vale il 24° posto nella classifica generale. Poi è il turno di Lanzini, che parte con il miglior tempo di accredito, l’eccellente 13”96 (unico con un crono sub 14 secondi) ottenuto proprio sulla pista di casa.

Bravi

“Daniele ha corso una bellissima batteria di qualificazione, con controllo e determinazione ha vinto in 14”33 – racconta il suo allenatore Alberto Rampa – In finale ha corso bene fino ai 95 metri, poi gli è mancato il guizzo finale che gli avrebbe permesso di conquistare una medaglia importante”.

“Si è comunque migliorato correndo la finale in 14”26 e conquistando il 4° posto, a 14 centesimi dal vincitore Giovanni Zuccon (Trevisatletica) e a 6 centesimi dalla medaglia di bronzo Giacomo Pietro Catalano (Atl. Am. Cisternino Ecolservizi)”. “Sarebbe certamente stato bello esultare per il primato o almeno un podio – le parole del presidente del CO Piateda Walter Molinari – ma il risultato non ha comunque sminuito il fatto che il nostro Daniele, come Sofia il giorno prima, si siano trovati a misurarsi alla pari con atleti espressione di sodalizi ben più blasonati del nostro che è un piccola società di un piccolo comune periferico”.

“Bellissima la scelta di compagne e compagni di squadra di partecipare alla trasferta per sostenere Daniele – conclude Molinari - con l’opportunità di vivere la particolare atmosfera dell’Arena di Milano. Infine la considerazione che i risultati ottenuti da ciascuno nell’ultima stagione – grandi o piccoli che siano – devono essere da stimolo a un sempre maggiore impegno e serietà negli allenamenti, quale gesto di responsabilità, in primis nei confronti di se stessi, poi degli allenatori e dei compagni”.

6 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie