Sport
calcio

Il Cavenago frena la corsa della Nuova Sondrio

Nona giornata del campionato di Promozione.

Il Cavenago frena la corsa della Nuova Sondrio
Sport 31 Ottobre 2022 ore 08:53

Alla fine un punto ottenuto sul campo della terza della classe controllando in gran parte l’incontro può rappresentare il bicchiere mezzo pieno per la Nuova Sondrio, ma per come si era messa la sfida di Cavenago i rimpianti non mancano per i biancazzurri dopo la nona d’andata del torneo di Promozione.

Privi di capitan Lamia ai box per un problema muscolare, i ragazzi guidati da mister Fabio Fraschetti faticavano in avvio a orchestrare una manovra fluida e pericolosa, finendo per soffrire oltre misura il pressing e il raddoppio di marcatura della squadra brianzola sul nuovo e piccolo campo sintetico.

Cronaca della partita

Avvio bloccato e poche occasioni, fino al 10’ quando un errore a centrocampo degli ospiti consentiva a Breda di servire un pallone d’oro a Gariboldi, che defilato sulla sinistra dell’area calciava in diagonale non trovando lo specchio della porta.

Il Sondrio provava a riorganizzarsi e al 12’ era Busto a lanciare un segnale con un tiro dal limite terminato fuori di poco. Al 15’ punizione dalla trequarti per i padroni di casa e Gariboldi di testa sfruttava tutta la sua altezza impegnando Rodriguez in un intervento non facile. L’estremo difensore ospite si ripeteva al 28’ respingendo un’insidiosa punizione calciata poco fuori il lato destro dell’area di rigore.
Al 31’ Busto provava una nuova conclusione dal limite trovando attento Matera, mentre al 39’ era ancora Gariboldi a calciare alto dai 18 metri. Al 40’ ghiotta palla gol sulla testa di Moroni, grazie a un preciso cross di Gonzalo Escudero, ma il tentativo dell’attaccante sondriese era troppo debole spegnendosi tra le braccia del portiere. Il primo tempo si chiudeva così senza reti.

Pronti, via nella ripresa e al 46’ era lo sgusciante Mascaretti a rendersi pericoloso con una conclusione dal lato sinistro dell’area di rigore finita fuori. Al 50’ era Matera ad anticipare Caballero lanciato da un cross di Busto, la palla tornava in possesso dei biancazzurri, ma la diga giallorossa eretta davanti all’estremo difensore ribatteva la minaccia. Al 52’ era ancora il bomber spagnolo a calciare a fil di palo sugli sviluppi di un corner calciato da Busto.

Al 54’ era Rossi a colpire su uno spiovente dalla sinistra, ma Matera riusciva a salvarsi respingendo sulla linea di porta. Al 59’ era Busto a provare la conclusione da fuori, sfiorando il palo, mentre al 61’ era Cocuz a colpire di testa senza trovare la stoccata vincente. Al 66’ l’episodio che poteva cambiare le sorti del match: Muletta dalla destra serviva una palla invitante a Stefanazzi, che controllava e calciava verso la porta, trovando la deviazione di un difensore che si rivelava decisiva per la traiettoria della palla finita in rete. L’arbitro si dirigeva verso il centrocampo, ma il guardalinee segnalava un presunto tocco di Caballero in posizione irregolare e il gol veniva annullato tra le proteste degli ospiti.

La partita si innervosiva con alcuni interventi pericolosi ai danni di Busto, ma la Nuova Sondrio ormai era padrona del campo. Al 72’ era ancora Stefanazzi a controllare un pallone al limite, girarsi e tirare verso Matera, che non aveva problemi a neutralizzare. Al 74’ splendido assist di Busto per Gonzalo Escudero, che entrava da solo in area e calciava trovando però ancora il portiere a sbarrargli la strada. All’83’ era Rodriguez a salvare sulla percussione pericolosa di Gariboldi, ripetendosi sul corner successivo sull’incornata di Carbone.

Il finale era tutto biancazzurro: all’85’ era Busto a bersi tutta la difesa locale e scodellare nell’area piccola una palla che nessun compagno intercettava. Pochi minuti dopo Caballero calciava debolmente da buona posizione, mentre sempre l’attaccante spagnolo in pieno recupero falliva da due passi l’impatto vincente con la palla spedendo alto da pochi passi.
Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro Crespi di Busto Arsizio mandava le squadre sotto la doccia al termine di un confronto serrato giocato in un pomeriggio dal clima tutt’altro che autunnale di fronte a una tribuna gremita.

La squadra biancazzurra si ritroverà martedì per preparare la prossima partita in programma domenica 6 novembre alle 14.30 contro il Lissone finalmente sul campo in erba della Castellina, di fronte a un pubblico che si attende decisamente numeroso.

Risultati

Risultati nona giornata campionato di Promozione girone B: Arcellasco-Casati Arcore 0-0, Calolziocorte-Vibe Ronchese 3-0, Cavenago-Nuova Sondrio 0-0, Colicoderviese-Biassono 1-1, Grentarcadia-Galbiate 1-1, Lissone-Olgiate Aurora 1-1, Missaglia-Concorezzese 0-2, Agrate-Costamasnaga. 4-2.

Classifica

Classifica: Arcellasco 23, Nuova Sondrio 20, Cavenago 18, Casati Arcore e Biassono 17, Vibe Ronchese, Calolziocorte 15, Colicoderviese 14, Galbiate 11. Agrate e Lissone 9, Costamasnaga e Grentarcadia 8, Olgiate Aurora e Concorezzese 7, Missaglia 2.

Prossimo turno domenica 6 novembre h.14.30: Biassono-Grentarcadia, Casati Arcore-Missaglia, Concorezzese-Cavenago, Costamasnaga-Colicoderviese, Galbiate-Calolziocorte, Nuova Sondrio-Lissone, Olgiate Aurora-Agrate, Vibe Ronchese-Arcellasco

Seguici sui nostri canali
Necrologie