Sport
corsa in montagna

International Snowdon Race, in Galles i valtellinesi si fanno valere

Quarta Alice Gaggi tra le donne

International Snowdon Race, in Galles i valtellinesi si fanno valere
Sport Bassa Valle, 18 Luglio 2022 ore 07:28

Giornata caldissima, come raramente capita in Galles, e consueta cornice di pubblico e tifosi per la 45a International Snowdon Race, la gara internazionale di corsa in montagna gemellata con il Trofeo Vanoni che si è svolta sabato 16 luglio a Llanberis. Al via i migliori atleti di Galles, Scozia, Inghilterra, Irlanda, Irlanda del Nord e Italia, oltre a centinaia di appassionati di questa disciplina, tra cui, come da quarant’anni a questa parte, alcuni atleti del GS CSI Morbegno.

Uomini

A fare l’andatura, nel tratto di salita di 8 km con dislivello positivo 1000 metri, il trio composto da Luca Merli (Italia), Ross Gollan (Scozia) e Nathan Edmondson (Ilkley Harriers AC), con quest’ultimo che scollina dopo 44’23”, con 29 secondi di vantaggio sullo scozzese e 37 sull’atleta del Valchiese.

Edmondson non è iscritto come atleta Elite ed è la sorpresa di giornata, ma il suo non si è rivelato un fuoco di paglia poiché l’inglese ha tentato il tutto per tutto in discesa, ma prima l’ha riacciuffato Gollan che si è presentato vittorioso al traguardo in 1h09’21”, poi a 2 km dal traguardo l’ha superato Merli che ha così conquistato un ottimo secondo posto con il crono di 1h10’04” – aggiudicandosi pure il Memorial GP Bottà in palio per il primo atleta straniero -, mentre Edmondson ha chiuso 3° in 1h10’19”. Bene anche gli altri italiani in gara, con Lorenzo Rota Martir 10° in 1h14’38”, Giovanni Tacchini 19° in 1h19’23”, lo junior Francesco Bongio 37° assoluto in 1h26’13”, Sergio Bongio 45° in 1h28’31” e Roberto Fumelli 48° in 1h29’03”.

Donne

Nella gara donne Alice Gaggi parte determinata a fare bene e ha tenuto fino a metà salita, poi sul tratto più duro ha faticato a tenere il ritmo dell’inglese Sarah Willhoit e della scozzese Holy Page che hanno scollinato, rispettivamente, in 51’17” e 51’22”, mentre l’azzurra è transitata in cima al Monte Snowdon in 52’26” in quarta posizione a 13 secondi l’inglese Hannah Russell che sarà autrice di un’ottima discesa a guadagnerà la testa della corsa a 1 miglio dall’arrivo. Vittoria quindi per la Russell in 1h18’48” davanti alla compagna di nazionale Willhoit (1h19’12”) e alla scozzese Page (1h19’27”).

Alice ha tentato di colmare il gap in discesa, ma non c’è stato nulla da fare e si è dovuta accontentare del 4° posto in 1h20’58” alla sua prima partecipazione in questa super classica gallese. Con la maglia azzurra ha gareggiato anche la cuneese Lorenza Beccaria, autrice di gara regolare che le ha consegnato l’8° posto in 1h26’16”. Tempi di gara decisamente alti rispetto all’ultima edizione disputata, quella nel 2019, ma il gran caldo ha sicuramente influito.

Giovani

Bene anche i giovani del GS CSI Morbegno che hanno gareggiato nella junior race: Federico Bongio ha vinto negli under 18 su metà del percorso della main race, mentre il compagno di squadra Raoul Fumelli ha chiuso al 3° posto.

Dopo le premiazioni, consueto terzo tempo a base di pizzoccheri e vino valtellinese a casa di Ken Jones, ideatore e per tanti anni organizzatore della Snowdon Race, nonché padre del gemellaggio, insieme al compianto Giampietro Bottà, del gemellaggio tra Morbegno e Llanberis.

Dalla gara gallese usciranno i nomi dei tre atleti britannici che gareggeranno al 65° Trofeo Vanoni il 23 ottobre a Morbegno (SO).

IMG-20220716-WA0037
Foto 1 di 4
IMG-20220716-WA0033
Foto 2 di 4
IMG-20220716-WA0034
Foto 3 di 4
IMG-20220715-WA0006
Foto 4 di 4
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie