alta valle

La Valtellina ancora una volta capitale dello scialpinismo giovanile

Bilancio del primo raduno dei giovani atleti.

La Valtellina ancora una volta capitale dello scialpinismo giovanile
Alto Lago, 14 Ottobre 2020 ore 09:06

.
Lo scorso fine settimana i 18 ragazzi della squadra di scialpinismo del Comitato Alpi Centrali si sono ritrovati in alta valle per le prime verifiche in vista della imminente stagione agonistica.

Guidati da Ivan Murada

Gli atleti – tutti di età compresa fra i 17 e i 19 anni – erano guidati e accompagnati da Ivan Murada, allenatore dello stesso Comitato e noto al grande pubblico per aver vinto, insieme al compagno di gare, Graziano Boscacci, tutto ciò che si poteva vincere in questa disciplina, prima di travasare nella “sua” Polisportiva Albosaggia la propria esperienza e le competenze tecniche accumulate nell’arco di una intensa e ricca carriera. Coinvolti naturalmente anche i 6 convocati proprio all’interno della Polisportiva Albosaggia: Rocco Baldini, Simone Murada, Riccardo Boscacci, Tommaso Colombini, Silvia Berra e Nicole Valli.

Per la preparazione

Il lavoro è iniziato sabato mattina al campo sportivo di Sondalo dove – grazie alla collaborazione del Comune – gli skialper sono stati sottoposti a test specifici sulla corsa eseguiti dal medico specialista in materia Stefano Righetti, esperto e consulente per l’atletica a livello nazionale.
Obiettivo: cominciare a monitorare ogni componente del team per crearle le basi della futura preparazione. Nella stessa direzione sono orientati i risultati dei “test di bosco” eseguiti lo stesso pomeriggio dal fisico bormino Arrigo Canclini: esercizi su una pedana che simula salti e scatti in natura per misurare l’elasticità e la reattivitá. Domenica un po’ di legittima delusione, ma giornata proficua con annullamento della prevista trasferta allo Stelvio a causa di una improvvisa chiusura della strada: niente sci, dunque, ma preparazione mirata sulle braccia e sulla parte alta del corpo fra i sentieri della Valfurva.

Bilancio

“Ho trovato gli atleti tutti molto preparati e allenati – è il bilancio a raduno concluso del tecnico Ivan Murada – e sono molto soddisfatto dei dati raccolti in questi due giorni; in settimana ci concentreremo su una prima approfondita analisi – spiega Murada – utilissima per mettere a fuoco il piano di allenamento per ciascuno di loro”.
Prossimo step, il raduno a cavallo fra fine ottobre ed primi di novembre, se le condizioni meteo lo permetteranno allo Stelvio, in caso contrario in altra località.
Due mesi di tempo per arrivare nella miglior forma possibile ai primi impegni agonistici; debutto con la Vertical Sprint a staffetta in programma ad Andalo, dall’11 al 13 dicembre quando si avranno i primi risultati. “Da lí andremo avanti – riprende e conclude Ivan Murada – con azioni sempre più precise, frutto della disamina di quanto evidenziato dal cronometro”.

4 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia