Mondiali Junior Short Track: per l'Italia è Bronzo grazie alle valtellinesi

Chiara Betti, Elisa Confortola, Viola de Piazza e Katia Filippi hanno conquistato la medaglia nella Staffetta.

Mondiali Junior Short Track: per l'Italia è Bronzo grazie alle valtellinesi
Sport Alta Valle, 03 Febbraio 2020 ore 07:42

Un bronzo che luccica come un oro. Nell’ultima giornata dei Campionati del mondo juniores di short track la staffetta italiana si è messa al collo una luccicante medaglia bronzo. Un risultato che ripaga l’intero movimento azzurro per il buon lavoro svolto in questa ultime due annate. Un piccolo grande gruppo, guidato dal medagliato olimpico Nicola Rodigari affiancato dall’azzurra Gabriella Monteduro.

Senza la Corea

Una medaglia sulla carta già scritta, nel vero senso della parola, visto il forfait dell’ultima ora da parte dello squadrone coreano, rimasto senza una frazionista perché incappata purtroppo in un infortunio durante le fasi di qualifica delle gare individuali. Tre squadre al via dunque ed una medaglia più meno assicurata per ciascun team, con la sola incognita: una squalifica avrebbe mandato in fumo il podio mondiale.

Quartetto Azzurro

Un quartetto azzurro, metà del quale di matrice bormina, composto da Chiara Betti, Elisa Confortola, Viola de Piazza e Katia Filippi. A bordo pista la riserva Anna Spechenhauser anch'essa di Bormio. Azzurre determinate e grintose, sempre in gara ed in lizza per un risultato da urlo. Una missione d’argento che si stava compiendo con il sorpasso dell’Italia sulle russe, ma poi la caduta della stessa Elisa Confortola che ha rispedito l’Italia sul terzo gradino del podio. Vittoria con record del mondo per la forte nazionale d’Olanda (4’12′′019, record del mondo junior), davanti alla Russia (4’13′′288).

LEGGI ANCHE: Mondiali di Short Track a Bormio: il Mondo si incontra al Villaggio Sportivo

Caduta

“Mi spiace molto per le mie compagne. La mia caduta ha compromesso un probabile argento sono molto rammaricata - così Elisa Confortola -. Tuttavia un bronzo mondiale è sempre un gran risultato ce lo siamo meritate. Per me oggi, con la disputa dei vari turni dei 1000 metri è stata una giornata davvero faticosa, gli ultimi giri di staffetta si sono fatti sentire, ma questo bronzo vale davvero molto”. “Vorrei aggiungere - prende la parola la trentina Chiara Betti stringendo forte a se la compagna Elisa - che si perde e si vince tutte come squadra. Siamo comunque sul podio mondiale, non è una garetta. Daremo il massimo per risalirci anche l’anno prossimo.

Che squadra!

“Questa rappresenta la mia prima medaglia di un certo valore - commenta felicissima la debuttante anch’essa di Bormio, Viola De Piazza - Un grazie ai nostri allenatori, Michele della Bormio Ghiaccio e Nicola della Nazionale. Abbiamo dimostrato di esserci e di valere anche in ambito mondiale, che giornata memorabile”. “Anche se c’è stata la caduta sono molto fiera di questa medaglia e delle mie compagne - chiude Katia Filippi -. Vorrei ringraziare i nostri allenatori tutta la gente che ci ha supportato ed anche i nostri genitori”. “Un grazie ad Anna - Spechenhauser la riserva azzurra, aggiunge la capitana Elisa Confortola - il suo supporto è stato indispensabile.” Se non è una squadra questa! Complimenti ragazze e grazie.

 

 

Necrologie