Nella Valle del Bitto verranno decretati re e regina del circuito La Sportiva

Appuntamento fissato per il 2 settembre.

Nella Valle del Bitto verranno decretati re e regina del circuito La Sportiva
Sport Bassa Valle, 14 Agosto 2018 ore 09:35

Sarà la Valle del Bitto con la Rosetta Skyrace 2018 a decretare i vincitori del circuito La Sportiva.

Circuito La Sportiva, domenica la penultima tappa

Domenica a Borno (Bs) la penultima tappa, poi riflettori puntati sulla finalissima del circuito. Ancora una volta la bella sky della Valle del Bitto sarà chiamata a eleggere re e regina del prestigioso circuito La Sportiva Mountain Running Cup. Il comitato organizzatore da mesi sta lavorando senza sosta per curare ogni minimo dettaglio. La International Rosetta Skyrace si presenta con nomi eccellenti, importanti conferme e alcune novità che la renderanno ancora più spettacolare.

Tutto pronto per l'evento del 2 settembre

Aspettando di svelare una starting list che ogni giorno si arricchisce di nuovi nomi, Massimo Zugnoni e il suo staff hanno focalizzato le attenzioni su sentieristica e vari aspetti logistici al fine di farsi trovare pronti. Polifunzionale tirato a festa, brand village confermato, cameraman, speaker, fotografi allertati. In Valgerola tutto è pronto per il grande evento di domenica 2 settembre.

Saranno 300 gli atleti al via

In palio 300 pettorali, una scelta voluta al fine di garantire un servizio eccellente a ogni singolo atleta. Restando invariati montepremi e i graditissimi premi in natura che hanno reso celebre questa gara come le 24 forme di formaggio Bitto, Latteria e Casera. Sempre nell’ottica di gratificare ogni singolo concorrente, il pacco gara 2018 prevede giacca running Df Sport Specialist e diversi prodotti tipici locali tra i quali spicca ancora una volta il prodotto caseario celebre in tutto il mondo e che ha dato il nome alla valle ove è disegnata questa spettacolare corsa a fil di cielo.

I premi speciali e i traguardi volanti

Passando all’aspetto prettamente agonistico, sui 22,4 chilometri (1740m di salita e altrettanti di discesa) tutti da correre con il cuore in gola, è lecito attendersi una super bagarre vista la presenza dei traguardi volanti posti all’altezza dell’Alpe Tagliate e in Cima al Pizzo dei Galli. Oltre al Memorial Bruno - Giuliana Martinalli e al Memorial Franco Garbellini, verrà introdotto un nuovo premio per i discesisti che impiegheranno il crono migliore nella picchiata da Cima Rosetta al traguardo di Rasura. Non solo, il comitato organizzatore ha pure previsto un riconoscimento di ulteriori 200 euro per chi riuscirà a battere i record gara che appartengono al piemontese Paolo Bert 2h09’16” e alla rumena Denisa Dragomir 2h34’15”.

Necrologie