Rally: sfida al Moscato per Gianesini

Il pilota sondriese punta al podio ma la concorrenza è agguerrita

Rally: sfida al Moscato per Gianesini
Sport 20 Luglio 2017 ore 17:20

Sfida al Moscato per Gianesini. Il pilota sondriese sarà al via del rally piemontese con il navigatore Bergonzi

Lanciata la sfida al Moscato per Gianesini

Il Rally del Moscato ha dei pretendenti in più. Oltre alla nutrita pattuglia di equipaggi locali, la competizione piemontese vedrà al via anche Marco Gianesini e Marco Bergonzi, equipaggio della scuderia Top Rally che concorrerà con una Ford Fiesta R5 del team HK. Il pilota di Sondrio ed il navigatore bergamasco partiranno con il numero 9 e non nascondono di apprezzare le strade cuneesi attorno a Santo Stefano Belbo.

Il sondriese punta al podio

Nelle intenzioni di Gianesini vi è quella di puntare al podio assoluto ma è notevole il numero di avversari che affronterà il Rally del Moscato con l’intento di vincere: sono ben 13 le vetture di classe R5 in gara e su tutti spicca il vincitore uscente dell’Irc Cup Elwis Chentre. In gara anche il leader del Campionato Svizzero Ivan Ballinari oltre ai forti Strata, Marasso e Gagliasso. “Conosciamo bene questa Fiesta – afferma Gianesini – E sappiamo di poter fare un bel rally: la tipologia di strade è di quelle che apprezziamo ma il nutrito numero di avversari non renderà certo la vita facile”.

La gara

Il Rally del Moscato inizierà nel pomeriggio di sabato 22 luglio con i tre passaggi sulla prova Diano, lunga 7,500 km; il terzo crono delle 22:08 si disputerà al buio rendendo più suggestiva la prima giornata di gara. Domenica 23 luglio le speciali saranno quelle di Valdivilla e Cortemilia con il penultimo stage che sarà più lungo e prende il nome di “Valdivilla Lunga”. La gara si concluderà con le celebrazioni finali delle ore 18.14 a Santo Stefano Belbo.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità