Sport
Calcio

Sconfitta immeritata per la Nuova Sondrio

In trasferta contro l'Arcellasco la sconfitta duna misura per la formazione biancoazzurra.

Sconfitta immeritata per la Nuova Sondrio
Sport 03 Ottobre 2022 ore 10:56

E’ sfumato nei minuti finali il successo per la Nuova Sondrio sul campo del Lambrone di Erba in un caldo pomeriggio di ottobre, di fronte a una tribuna gremita, dove non mancava il sostegno degli insostituibili appassionati del Grupp Sasèla.

In trasferta

Biancazzurri ordinati, efficaci, compatti per 80 minuti nel big match della quinta giornata del girone B di Promozione, capaci di portarsi in vantaggio in avvio, tenere il campo esprimendo una manovra di qualità e spegnendo sul nascere le velleità della co-capolista lariana. Due disattenzioni finivano però per rompere l’incantesimo e regalare un incredibile e inatteso successo ai padroni di casa.
Mister Fabio Fraschetti riproponeva la formazione capace sette giorni prima di superare alla Castellina l’ottimo Biassono, mentre in panchina ritrovava Bormolini, dovendo fare a meno solo dell’infortunato Moroni.

Cronaca di gioco

Sondrio subito aggressivo e padrone del gioco, con Cocuz al 6’ pronto a scagliare un tiro dal limite dell’area terminato fuori. Un minuto dopo era Stefanazzi a provarci dai 25 metri, trovando Gerosa pronto alla parata. La serie di occasioni si concretizzava al 9’, quando un cross di Busto su punizione dalla trequarti trovava Gonzalo Escudero pronto alla deviazione di testa, con la palla che incocciava il palo prima di finire in fondo alla rete lariana. Una segnatura meritata, con le palle alte destinate a diventare un fattore determinante nel corso del match per gli ospiti.

I biancazzurri non si fermavano e all’11’ capitan Lamia con un tiro da fuori si rendeva pericoloso non trovando però lo specchio della porta. Al 22’ primo vero squillo dei padroni di casa, con Rodriguez pronto a respingere un cross insidioso proveniente da calcio d’angolo.

Al 29’ era Muletta a destreggiarsi sulla destra del fronte d’attacco e fornire a Caballero una palla importante nell’area piccola, che l’attaccante ospite provava a indirizzare verso il primo palo trovando però pronto Gerosa a bloccare il tiro. Il predominio valtellinese proseguiva nonostante il caldo e il ritmo sostenuto del match, tanto che al 35’ ancora Lamia calciava alto dal limite.

Al 43’ era Colombo a provare la conclusione da fuori area non trovando la porta, mentre al 46’ Rossetti si vedeva il suo tentativo dal limite facilmente parato da Rodriguez. Squadre negli spogliatoi con la convinzione che il match fosse tutt’altro che chiuso, ma che la Nuova Sondrio potesse chiudere i conti in qualsiasi momento.

In effetti la ripresa non cambiava il cliché del match. Al 50’ era Lamia a servire un ottimo assist a Caballero sul secondo palo, ma la palla schiacciata a terra di testa dall’attaccante spagnolo si perdeva oltre la linea di fondo non lontana dal palo. Al 55’ una conclusione di Busto da fuori area trovava Gerosa pronto alla presa, mentre un minuto dopo Muletta serviva un pallone d’oro a Caballero, che da due passi metteva a lato anche per l’intervento di un difensore comasco. Altro giro d’orologio e Busto cercava la magia dai 30 metri, con una conclusione che superava il portiere avanzato a centro area, ma si spegneva sulla traversa.

Il tabellino parlava solo valtellinese, nonostante mister Iotti avesse inserito l’esperto attaccante Giugliano a rafforzare l’attacco. I padroni di casa si vedevano solo al 59’ con una punizione di Molteni terminata alta. Un minuto dopo era Stefanazzi a scagliare una palla verso la porta di Gerosa dai 25 metri, vedendosi però neutralizzare il tiro. Al 61’ era Rossetti a trovare Rodriguez pronto alla respinta.

Il match entrava nella sua fase decisiva con continui capovolgimenti di fronte. Al 65’ Muletta fuggiva sulla destra dell’area e provava a incrociare il tiro, con Gerosa a salvare in due tempi. Sull’altro fronte al 71’ Rodriguez usciva provvidenzialmente su Gandola lanciato a rete, mentre al 75’ un colpo di testa di Caballero veniva deviato in corner dall’estremo difensore lariano.

1-1

Il Sondrio intensificava il forcing e al 76’ Viviani si vedeva il suo diagonale respinto da Gerosa in angolo, mentre un giro di lancette più tardi era lo stesso difensore biancazzurro a fornire un assist di platino a Muletta, che marcato dal dischetto del rigore calciava oltre la traversa. Era la sliding-door del match, in quanto tre minuti dopo, all’80’, una punizione dalla trequarti di Molteni trovava mal disposta la difesa ospite, con Rossetti pronto a controllare sul secondo palo e superare Rodriguez in uscita: 1-1 tra l’incredulità e la rabbia di sostenitori e panchina sondriese.

Lamia e compagni però non arretravano di un centimetro e provavano a riprendersi il match. All’82’ Chilafi lanciato a rete si vedeva respingere il tiro da Gerosa uscito quasi al limite dell’area. Due minuti dopo era proprio capitan Lamia a colpire la traversa sugli sviluppi di un corner, la palla rimbalzava non lontana dalla riga, veniva rinviata dai difensori di casa sui piedi di Viviani, che calciava dritto per dritto trovando però la diga in maglia rossa a respingere affannosamente davanti alla porta.

Il gol del vantaggio avversario

All’87’ arrivava l’incredibile epilogo del match, con una ripartenza lariana che sfruttava un intervento impreciso della difesa biancazzurra, tanto che Caligiuri poteva involarsi sulla destra, entrare in area e battere Rodriguez: 2-1 estremamente bugiardo per quanto visto in campo, con l’espulsione di Corti per doppia ammonizione e un clima teso in campo e fuori ad accompagnare i minuti finali del confronto.
Al triplice fischio del signor Ragusa di Legnano, la Nuova Sondrio incassava la prima sconfitta del campionato, lasciando tre punti di gap alle rivali, con la consapevolezza però di aver lottato ben oltre la pari con una delle candidate alla vittoria finale.
La squadra di mister Fraschetti si ritroverà martedì per la ripresa degli allenamenti in vista della sfida di domenica prossima in casa contro il Costamasnaga.

Risultati

Risultati quinta giornata campionato di Promozione girone B: Arcellasco-Nuova Sondrio 2-1, Calolziocorte-Missaglia 2-1, ColicoDerviese-Concorezzese 3-0, Costamasnaga-Biassono 2-3, Grentarcadia-Cavenago 0-2, Lissone-Vibe Ronchese 2-5, Olgiate Aurora-Galbiate 2-1, Agrate-Casati Arcore 1-6
Classifica: Arcellasco, Casati Arcore 13, Cavenago 11, Nuova Sondrio 10, Vibe Ronchese, Colicoderviese, Biassono 9, Calolziocorte 8, Costamasnaga, Lissone 7, Agrate 5, Galbiate, Olgiate Aurora, Concorezzese 3, Missaglia 2, Grentarcadia 1.
Prossimo turno domenica 9 ottobre h.15.30: Biassono-Olgiate Aurora, Casati Arcore-Colicoderviese, Cavenago-Calolziocorte, Concorezzese-Grentarcadia, Galbiate-Lissone, Missaglia-Arcellasco, Nuova Sondrio-Costamasnaga, Vibe Ronchese-Agrate.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie