Sport
in campo

Sconfitta per la Nuova Sondrio contro il Biassono

La quarta giornata della seconda fase del campionato di Promozione ha comunque lasciato i valtellinesi in vetta al girone.

Sconfitta per la Nuova Sondrio contro il Biassono
Sport Sondrio, 13 Febbraio 2023 ore 09:44

Un errore, un’incomprensione difensiva dopo sette minuti dall’avvio del primo tempo è costata la seconda sconfitta stagionale alla Nuova Sondrio sul campo del quotato Biassono, rivelatosi squadra compatta e determinata a risalire la china dopo una partenza del girone di ritorno più che positiva.

Contro il Biassono

La quarta giornata della seconda fase del campionato di Promozione ha comunque lasciato i valtellinesi in vetta al girone, anche per la concomitante sconfitta della rivale Arcellasco a Calolzio, attesa domenica alla Castellina.

In un pomeriggio soleggiato su un campo sintetico di ampie dimensioni, in un centro sportivo polifunzionale invidiabile, i biancazzurri partivano di slancio e al 4’ era Busto a scodellare un cross per Caballero, la cui conclusione di testa veniva però parata da Riboldi. Al 6’ era Papapicco a provare a impensierire la retroguardia ospite, con una punizione dalla sinistra dell’area sondriese respinta da Rodriguez.

Un minuto dopo arrivava l’episodio che decideva la partita, con un lancio dalle retrovie che trovava la difesa valtellinese mal disposta. Rodriguez cercava di uscire su Gallizzi lanciato verso la porta, venendo però beffato da un tocco preciso dell’esterno difensivo brianzolo: 1-0 e spicchio dei tifosi di casa a esultare, mentre quelli arrivati dal capoluogo con un pullman incoraggiavano a gran voce i propri beniamini.

Al 19’ Busto calciava una punizione dalla destra dell’area del Biassono trovando però la respinta della difesa locale, mentre due giri di lancette più tardi era Gonzalo Escudero a provare la conclusione dai venti metri con Riboldi pronto a bloccare a terra.

L’incontro scivolava via senza altre emozioni fino al 40’, con i sondriesi a cercare spazi puntualmente preclusi dall’attenta retroguardia rossoblu e una serie di interventi fallosi in mezzo al campo sanzionati dall’arbitro che spezzavano il ritmo.

Erano i minuti finali a regalare altre note di cronaca, con un tiro di Muletta deviato in corner dall’estremo difensore brianzolo. Sul prosieguo dell’azione era Lamia a vedersi respingere in modo fortuito col viso dal portiere una conclusione in diagonale nell’area piccola al 42’, mentre sugli sviluppi del tiro dalla bandierina il dribbling ubriacante di Busto si concludeva con un tiro parato ancora da Riboldi.

La pausa consegnava una Nuova Sondrio ancora più determinata a raggiungere il pareggio e l’ingresso di Trani garantiva spinta e pericolosità sul lato sinistro di attacco. Le sue percussioni unite a quelle di Busto consentivano di scodellare in area palloni invitanti nei primi tre minuti, su cui però né Caballero, né i centrocampisti trovavano il tempo giusto per intervenire.

Al 59’ era Viviani a servire un cross in area che Muletta colpiva debolmente di testa senza impensierire Riboldi. Al 54’ una punizione dai venti metri concessa per un fallo inesistente di Rossi su un attaccante di casa permetteva a Papapicco di mettere in mostra le sue doti balistiche, con la palla che picchiava sulla traversa prima di rientrare in campo.

I sondriesi non mollavano la presa e al 60’ era ancora Busto a calciare dal limite dopo essersi liberato in dribbling di tre avversari, con il portiere attento a bloccare. Il Biassono cercava di rendersi pericoloso in contropiede e al 65’ era Ceppi a provare una conclusione a botta sicura dal limite, trovando però la respinta provvidenziale di Pietrantonio. Al 69’ era Lamia a calciare a lato sempre dal limite, mentre al 71’ Papapicco colpiva di controbalzo dal limite dell’area leggermente spostato sulla sinistra, mandando la palla sul palo alla destra di Rodriguez.

L’ingresso nei minuti finali di Luis Carlos, non al meglio, unitamente a quello di Risalto al posto di un difensore di ruolo contribuivano a rendere potenzialmente ancora più pericoloso l’attacco degli ospiti. In realtà di occasioni nitide non ne venivano create dai valtellinesi, a parte una conclusione di Busto dal limite respinta da Riboldi, che trovava i suoi difensori pronti a sbrogliare.

Andava così in archivio un incontro spigoloso in cui la Nuova Sondrio doveva cedere ai rivali, proiettandosi però subito alla prossima sfida in casa contro la diretta concorrente Arcellasco, in un girone di ritorno in cui gli equilibri paiono ancora più instabili rispetto all’andata e tutti gli incontri finiscono per riservare sorprese.

Risultati

Risultati quarta giornata di ritorno campionato di Promozione girone B: Biassono-Nuova Sondrio 1-0, Calolziocorte-Arcellasco 2-1, Colicoderviese-Cavenago 2-2, Costamasnaga-Galbiate 3-1, Grentarcadia-Missaglia 2-0, Lissone-Casati Arcore 0-1, Olgiate Aurora-Vibe Ronchese 0-0, Agrate-Concorezzese 0-2

Classifica

Classifica: Nuova Sondrio 41, Arcellasco 39, Casati Arcore 38, Biassono 37, Cavenago 33, Calolziocorte 30, Agrate, Colicoderviese, Concorezzese 26, Costamasnaga 23, Vibe Ronchese 22, Lissone, Grentarcadia 21, Galbiate 17, Olgiate Aurora 14, Missaglia 5.
Programma quinta di ritorno domenica 19 febbraio h.14.30: Biassono-Costamasnaga, Casati Arcore-Agrate, Cavenago-Grentarcadia, Concorezzese-Colicoderviese, Galbiate-Olgiate Aurora, Missaglia-Calolziocorte, Nuova Sondrio-Arcellasco, Vibe Ronchese-Lissone.

Seguici sui nostri canali
Necrologie