Sport
sci

Sotto il segno delle Alpi Centrali gli slalom di Livigno

Bella giornata di sport nel Piccolo Tibet.

Sotto il segno delle Alpi Centrali gli slalom di Livigno
Sport Alta Valle, 30 Novembre 2022 ore 15:47

 

Nel primo slalom FIS NJR della stagione disputato a Livigno il 29 novembre sulla pista Tagliede Li Zeta organizzato dallo Sporting Livigno, i grandi protagonisti sono stati gli Orsenigo: Giorgia Vittoria dello Sci Club Santa Caterina ha vinto la gara femminile, la prova maschile è invece andata a Pietro, che difende i colori dello Sci Club Gressoney Monte Rosa. I due atleti, classe 2005, hanno vinto per la prima volta una competizione inserita nel calendario FIS.

Le gare

Nella gara femminile vittoria in rimonta per Giorgia Vittoria Orsenigo; terza dopo la prima frazione, che ha vinto in 1’33”56, staccando di 58/100 Margherita Sala del Crammont Mont Blanc (Comitato Asiva) e di 63/100 Martina Banchi dello Ski Racing Camp. Squalificata Sofia Parravicini (SC Lecco), leader al termine della prima manche.

In campo maschile, terzo a metà gara, Pietro Orsenigo risale di due posizioni e vince in 1’30”22, precedendo di 33/110 Filippo Lettig dello Sci Club Gardena e di 89/100 Jacopo Claudani del Val Palot (Comitato Alpi Centrali), primo dopo la manche iniziale.

Secondo slalom

Il secondo slalom, disputato oggi 30 novembre, sempre organizzato dallo Sporting Club Livigno ha visto salire sul gradino più alto del podio la grande favorita Sofia Parravicini (SC Lecco), al comando nella prima manche e in grado di far segnare il miglior tempo anche nella seconda, concludendo la sua prova con il tempo totale di 1’32”14. Secondo posto per Martina Bianchi (Ski Racing) staccata di 79 centesimi. Terza Benedetta Loda (SC Drusciè) con il tempo di 1’33”29. Al quarto posto Angelica Bettoni Mameli (Orobie Ski Team) in 1’33”52 e prima del 2006.

Tra i maschi vittoria per Alberto Claudani (SC Val Palot) che, quarto nella prima manche, ha fatto segnare il miglior tempo nella seconda, salendo così sul il gradino più alto del podio con il tempo complessivo di 1’28”80, davanti all’eterno secondo Filippo Lettig (SC Gardena) 1’29”09 e al compagno di squadra Paolo Valoti (SC Val Palot) 1’29”11. Quarto Jacopo Claudani (Val Palot) che perde due posizioni rispetto alla prima manche.

Seguici sui nostri canali
Necrologie