Eventi
in scena

Al Teatro Sociale di Sondrio arriva "La classe"

Lo spettacolo "La classe" in calendario per il 3 marzo e rinviato per motivi di salute sarà messo in scena sabato 26 2022.

Al Teatro Sociale di Sondrio arriva "La classe"
Eventi Sondrio, 18 Marzo 2022 ore 10:15

Nuova data per lo spettacolo "La classe", inserito nel programma della Stagione teatrale, che dopo il rinvio del 3 marzo scorso a causa del problema di salute di uno degli attori protagonisti, sarà messo in scena sabato 26 marzo, alle ore 20.45.

La classe

Scritto da Vincenzo Manna e diretto da Giuseppe Marini è la storia di un professore che affronta l'attualità per combattere la rabbia e la paura. Nella depressione della periferia di una cittadina europea in grave crisi economica, aggravata dalla presenza di uno dei campi profughi più vasti del continente, Albert, straniero di terza generazione, professore di storia, insegna in un istituto professionale.

La scuola è lo specchio del disagio e delle contraddizioni sociali che animano la cittadina ma quello che doveva essere un corso pomeridiano per recupero crediti si trasforma in un'esperienza di vita che cambierà per sempre il destino del professore e degli studenti.

Albert riesce a far breccia nel disagio, conquista la fiducia dei ragazzi, abbandona la didattica suggerita e organizza la partecipazione a un concorso che ha per tema "I giovani e gli adolescenti vittime dell'Olocausto"

 

I biglietti si possono acquistare presso il Mvsa, aperto da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 14 alle ore 17.30, a Cast, al Castello Masegra, da giovedì a domenica dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 14 alle ore 17.30, al Teatro Sociale, dalle ore 18 del giorno dello spettacolo oppure on line sul sito internet https://www.visitasondrio.it/site/home/eventi/la-classe.html.

 

Per informazioni ci si può rivolgere al Servizio eventi del Comune di Sondrio chiamando lo 0342 526266 o scrivendo a eventi@comune.sondrio.it.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie