Attualità
progetto Interreg "B-Ice & Heritage"

Nuova biblioteca e palestra di arrampicata nel municipio di Torre Santa Maria

Il sottotetto del municipio è stato riqualificato per ospitare anche la biblioteca e la palestra di arrampicata

Nuova biblioteca e palestra di arrampicata nel municipio di Torre Santa Maria
Attualità Sondrio, 01 Maggio 2022 ore 08:18

 

Un'opera partita da lontano che ha trovato la sua concretizzazione grazie al progetto Interreg "B-Ice & Heritage": venerdì pomeriggio, all'inaugurazione del Museo delle guide e dell'arrampicata, tra gli abitanti di Torre Santa Maria che non hanno voluto mancare all'appuntamento c'erano molti bambini.

Spazi riqualificati

Gli spazi riqualificati del sottotetto del municipio, nella piazza principale del paese, 360 metri in totale, sono funzionali alla loro crescita, riunendo la biblioteca e la palestra di arrampicata, e guardano al futuro e a un nuovo approccio per la fruizione della Valmalenco, attento alla storia e all'identità culturale del territorio. In questo senso, la sede riassume la vocazione di una valle alpina da sempre meta di scalatori.

Soddisfatti

"Vorrei ringraziare gli amministratori che mi hanno preceduto, ai quali va riconosciuto il merito di aver lanciato l'idea del Museo delle guide e dell'arrampicata nella fase progettuale dell'Interreg - ha detto il sindaco di Torre Santa Maria Giovanni Gianotti prima del taglio del nastro -. Noi abbiamo aggiunto la palestra di arrampicata e la biblioteca, oltre ai locali per l'archivio comunale e la sede della Protezione civile, puntando ad armonizzare gli aspetti tecnico-funzionali con quelli estetici. Siamo soddisfatti del risultato e ci auguriamo che questi spazi possano essere fruiti e vissuti".

Progetto Interreg "B-Ice & Heritage"

Saranno soprattutto spazi in movimento che si adatteranno ai bisogni che si evidenzieranno e alle iniziative che saranno promosse: è in fase di allestimento un'ulteriore sede dell'Ecomuseo della Valmalenco, che ben si integra in uno spazio che valorizza la montagna e le sue peculiarità. L'opera è stata realizzata grazie ai 250 mila euro di contributo del progetto Interreg "B-Ice & Heritage", Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014/2020, promosso da Regione Lombardia in collaborazione con il Canton Grigioni. Ultimata questa ristrutturazione, l'edificio che ospita la sede comunale e la scuola primaria è utilizzato interamente: dal piano interrato, dove ci sono la palestra e la sede della banda, al sottotetto.

Diverse funzioni

Per arricchire il Museo delle guide, l'Amministrazione comunale rinnova l'appello agli appassionati di montagna, a chi conserva vecchi documenti affinché mettano a disposizione materiale cartaceo e multimediale, fotografie, video, libri e pubblicazioni che avrebbero una degna collocazione e una puntuale valorizzazione all'interno dello spazio appena inaugurato.

I quattro metri di altezza, il soffitto con copertura in legno a falde, la forma a elle e gli ampi lucernari dai quali si scorgono le cime della Valmalenco hanno consentito di ricavare spazi che ben si adattano a differenti funzioni: soddisfano bisogni, come i locali destinati all'archivio comunale, e offrono opportunità ai residenti e ai turisti.

Un luogo importante non soltanto per Torre Santa Maria che si aggiunge ai servizi che la Valmalenco mette a disposizione di chi vuole conoscerne la storia e le tradizioni.

Al centro ci sono le guide e l'arrampicata: una storia iniziata nel 1800 che continua. Il vano scale e il corridoio si prestano a ospitare documenti e fotografie relativi alle scalate e uno dei locali è stato attrezzato con una "moonboard", ovvero un muro di allenamento interattivo per l'arrampicata. La pavimentazione, in rovere scuro a riprendere la tonalità del tetto nella biblioteca, e con piastrelle in grès negli altri ambienti, evidenzia la diversa funzionalità degli spazi, mentre gli arredi sono stati scelti per adattarsi alle diverse esigenze.

La biblioteca

L'ampio open space è riservato alla biblioteca, sia per il prestito che per la consultazione dei libri: i nuovi scaffali hanno accolto sia i libri già in dotazione sia quelli ricevuti in donazione e quelli acquistati grazie a un finanziamento statale. Attraverso una postazione con computer sarà inoltre possibile richiedere i volumi presenti nelle altre biblioteche che aderiscono al Sistema bibliotecario provinciale e ritirarli dopo pochi giorni. Tavoli e sedie potranno facilmente essere spostati per ospitare incontri, mostre o proiezioni. La biblioteca sarà aperta il lunedì pomeriggio dalle ore 14.30 alle ore 18.30.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie