Ballerini e il ricordo di una strage

Il Giorno della Memoria.

Ballerini e il ricordo di una strage
Alta Valle, 29 Gennaio 2020 ore 08:00

A Bormio.

Ballerini e il ricordo di una strage

In occasione della Giornata della Memoria, il recital di Marco Ballerini quest’anno ha presentato, nella splendida cornice del salone d’onore del museo civico di Bormio, "Lago Maggiore, settembre 1943" liberamente ispirato al libro "Hotel Meina" di Marco Nozza. Nell’esauriente introduzione, l’attore ha spiegato come la strage avvenuta in un territorio compreso tra nove località rivierasche del Lago Maggiore, allora ancora interamente provincia di Novara, sia stata dimenticata per lungo tempo, anche se fu la prima avvenuta in Italia dopo l’8 settembre e con i suoi 57 morti accertati fu tra le più sanguinose.

L'attore

L’intensa ed emozionante voce di Ballerini ha raccontato come l’arrivo dei soldati delle SS, reduci dal fronte russo e specializzati nella strage dell’ebreo, sconvolse la vita delle famiglie ebree che qui avevano ville o erano ospiti di alberghi, come l’hotel Meina, dove furono ammassati in una stanza e ammazzati di notte sulle rive un po’ alla volta con un colpo alla nuca e gettati nel lago. Toccante la lettura a più voci delle testimonianze dirette del tragico evento o le frasi dei componenti delle famiglie ebree che si sentivano al sicuro in questi posti ameni vicini alla Svizzera.

Necrologie