Cronaca
Il fatto

Cacciatore disperso in montagna, trovata una fune su una parete rocciosa

Le ricerche sono in corso da un mese ma dell'uomo non è stata trovata traccia.

Cacciatore disperso in montagna, trovata una fune su una parete rocciosa
Cronaca Valchiavenna, 13 Ottobre 2021 ore 09:09

Nelle ultime ore è emersa una novità di rilievo nelle ricerche del cacciatore scomparso ormai un mese fa sui monti di Prata Camportaccio.  E' stata infatti segnalata la presenza di una lunga fune, appesa a una parete nella zona della Vallaccia. Un elemento che potrebbe essere molto utile, dato che, dai primi riscontri parrebbe non appartenere al novero di persone che abitualmente transitano in quella zona, che peraltro è molto impervia e piuttosto inaccessibile. E che potrebbe dare una svolta alle ricerche di Fedele Fallini, scomparso dopo essere uscito di casa per una battuta di caccia in località Sparvera. A renderlo noto questa mattina, mercoledì 13 ottobre 2021, è stata la prefettura, che sta coordinando le ricerche.

Cacciatore scomparso, grande spiegamento di forze

Al di là di quest'ultimo elemento, da circa un mese sono in corso le attività di ricerca. A momento si ipotizza uno sfortunato incidente, considerato che la zona si trova in un luogo particolarmente impervio e pericoloso a circa 1.800 metri di quota.

Malgrado il massiccio impegno messo in campo dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, dalla VII Delegazione Valtellina e Valchiavenna del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, dai Vigili del Fuoco, dai Carabinieri e dal Coordinamento Provinciale della Protezione Civile, che a più riprese hanno capillarmente perlustrato i dintorni della località Sparvera, ad oggi non sono emersi indizi risolutivi né utili tracce.

Appello ai cittadini

Dalla Prefettura arriva quindi un appello a tutti i cittadini e in particolare ai frequentatori di quella zona impervia: "Chiunque abbia utili informazioni in merito alla fune o sia a conoscenza di chi l’abbia posizionata è vivamente pregato di comunicarlo ai Carabinieri della Compagnia di Chiavenna".

Necrologie