Bormio

Grande festa ai Laghi di Cancano per l’arrivo della decima edizione di Santiago in rosa FOTO

Una quarantina le atlete e gli atleti che hanno sfidato pioggia e freddo.

Grande festa ai Laghi di Cancano per l’arrivo della decima edizione di Santiago in rosa FOTO
Alta Valle, 05 Ottobre 2020 ore 07:27

Grande festa ai Laghi di Cancano per l’arrivo della decima edizione di Santiago in rosa

Santiago in rosa

Si è conclusa ai Laghi di Cancano la decima edizione di Santiago in rosa. La manifestazione sportivo/solidale ideata da Cancro Primo Aiuto Onlus per promuovere le iniziative dell’associazione e raccogliere i finanziamenti per realizzarle non è stata certo favorita dal bel tempo. Partita da Livigno venerdì 2 ottobre, ha raggiunto in giornata Tirano, poi, sabato è arrivata a Teglio, mentre domenica 4 ottobre, appunto, ha raggiunto i Laghi di Cancano.

In ricordo del dottor Fabio Rubino

Una quarantina le atlete e gli atleti che hanno sfidato pioggia e freddo; molti di loro avevano partecipato a una o più delle precedenti edizioni. Sabato pomeriggio, a Bormio, si sono ritrovati tutti per una messa in ricordo del dottor Fabio Rubino, già direttore delle Cure Palliative dell’ASST Valtellina oltre che punto di riferimento di Cancro Primo Aiuto nel campo medico. Tanti gli sponsor che hanno sostenuto l’iniziativa e acquistato le biciclette che sono state usate durante la manifestazione. I fondi raccolti serviranno a sostenere le varie attività di Cancro Primo Aiuto.

Cancro Primo Aiuto

“Siamo solo uomini che aiutano altri uomini”. E’ questo il motto della Onlus Cancro Primo Aiuto, nata nel 1995 in memoria del senatore Walter Fontana. L’Associazione non ha scopo di lucro e propone iniziative nel campo dell’assistenza socio-sanitaria a favore degli ammalati di cancro e dei loro familiari.

Sostenuta da oltre un centinaio di sponsor, tra enti pubblici, associazioni imprenditoriali e soprattutto aziende private, Cancro Primo Aiuto estende la sua azione nell’ambito territoriale della Lombardia, in particolare nelle oltre 50 strutture ospedaliero-sanitarie in cui si è consolidata una collaborazione, distribuite nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese.

Nel corso del 2019 hanno avuto rapporti con l’associazione quasi 35mila pazienti per un totale di circa 70mila prestazioni. Sono una quarantina i collaboratori sostenuti economicamente dalla Onlus e un centinaio i medici volontari collegati a Cancro Primo Aiuto, sempre a disposizione gratuita per i malati e le loro famiglie.

6 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia