Bormio

Il lavoro di Ayuda Directa non si è fermato

La creazione di Michele Urbani.

Il lavoro di Ayuda Directa non si è fermato
Cronaca Alta Valle, 08 Gennaio 2021 ore 06:00

Solidarietà.

Il lavoro di Ayuda Directa non si è fermato

Pochi volontari, a causa della pandemia, ma tanti lavori portati a termine nel 2020 dall’Associazione Ayuda Directa Onlus, fondata 20 anni fa da Michele Urbani di Bormio, il cui focus è il progetto Esperanza di sviluppo sostenibile nei villaggi della provincia di Chimborazo, comunità indigena andina del Sud America. 11.869 dollari per installare oltre sei km di tubi per servire 100 famiglie, che per la prima volta nella storia hanno potuto portare l’acqua fino ai pascoli. 17.402 dollari per 17 nuovi bagni finanziato dalle entrate del 5 per mille dei residenti in Italia. Il 14 novembre è stato consegnato il premio Nonno Martino Caspani di Bormio, rivolto ad una persona di Esperanza che si contraddistingue per l’impegno comunitario.

Altri progetti

Poi sono stati realizzati bagno, doccia portatile e montascale all’ospedale di Cajabamba Colta per 4.816 dollari. 5.436 dollari spesi in materiali per costruire 17 lavatoi e sette serbatoi elevati da 500 litri per 24 famiglie. Il 5 dicembre è stato inaugurato il centro della pesca Fresh Fish di Don Juan, Cantone Jama, Provincia Manabì. Un particolare ringraziamento ai donatori dell’Alta Valle: Trek-Bormio Ski & Bike di Danilo Compagnoni; Gruppo Missionario Bormio, 500 euro; Bormio Golf 1.070 euro; Bormio Ski & Bike 300 euro.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità