Nuovo passo nel settore dell’idroelettrico: benefici alla provincia di Sondrio

Commento positivo da parte del Presidente della Provincia di Sondrio, Elio Moretti.

Nuovo passo nel settore dell’idroelettrico: benefici alla provincia di Sondrio
19 Dicembre 2019 ore 07:04

Con la legge regionale dei giorni scorsi che obbliga i concessionari di grandi derivazioni idroelettriche a ce- dere energia gratuita a Regione Lombardia da redistribuire sui territori dove insistono gli impianti, la provin- cia di Sondrio potrà godere di enormi benefici a sostegno dei servizi del proprio territorio. La condizione di provincia interamente montana consente alla provincia di Sondrio di avere un ritorno di energia gratuita sul territorio fino al 100%.

Strada giusta

“Accolgo con molto entusiasmo questo ulteriore traguardo raggiunto. Lo reputo un passo molto importante nel percorso di revisione della normativa riferita al settore dell’idroelettrico. – Scrive in una nota stampa il Presidente della Provincia Elio Moretti – Già lo scorso anno un primo punto è stato fissato a livello nazionale con l’approvazione delle nuove disposizioni in materia, che rimandavano a successivi adempimenti regionali. Ed ora, un altro passo con la prima parte dell’iter regionale che prevede considerevoli benefici a favore della nostra provincia sul cui territorio sono presenti numerose derivazioni. Un buon lavoro è stato fatto e dell’altro ne resta da fare. La strada è quella giusta. Posso solo ringraziare chi ha a cuore la situazione della nostra valle e contribuisce a rendere meno difficoltosa la vita in un territorio montano. Un particolare ringraziamento all’assessore regionale Massimo Sertori che, specialmente su questa partita, grazie anche alla sua passata esperienza di presidente della Provincia, ha svolto un lavoro straordinario per il raggiungimento di questi obiettivi, in costante collaborazione con la Provincia.”

LEGGI ANCHE: Idroelettrico, la nostra provincia avrà energia gratis nel 2020

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia