nessuna terapia intensiva

Ospedale Morelli: due ricoveri al giorno per coronavirus, “La situazione sta peggiorando”

Salgono a 15 i ricoverati a Sondalo.

Ospedale Morelli: due ricoveri al giorno per coronavirus, “La situazione sta peggiorando”
02 Ottobre 2020 ore 17:15

La situazione al reparto covid-19 dell’Ospedale di Sondalo è sotto controllo ma preoccupa per il notevole incremento dei ricoveri che si è verificato da lunedì scorso: due al giorno, compresi alcuni casi di polmonite interstiziale in persone in piena salute. Nessuno si trova in Terapia intensiva.

15 ricoverati

Attualmente i pazienti seguiti dall’équipe guidata dalla dottoressa Chiara Rebucci sono 15, cinque in più di una settimana fa, perché fortunatamente si ripetono con regolarità anche le dimissioni di chi è guarito e, pur essendo ancora positivo, può trascorrere l’isolamento obbligatorio a casa propria. Fra i ricoverati ci sono 11 donne e quattro uomini, un rapporto completamente diverso rispetto alla fase più acuta dell’emergenza sanitaria, quando ad ammalarsi erano in netta maggioranza gli uomini, ma in linea con i dati dei mesi di maggio e giugno.

LEGGI ANCHE Coronavirus in Valtellina e Valchiavenna: bollettino di giovedì 1 ottobre 2020

La situazione sta peggiorando

≪L’aumento dei contagi e, soprattutto, dei ricoveri è il segnale evidente che la situazione sta peggiorando – sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -: sono numeri che ci devono far riflettere e che ci devono stimolare a mettere in atto tutti le misure di sicurezza per difenderci dal coronavirus. In particolare, l’invito è ad evitare gli assembramenti che spesso si vedono in determinati contesti, come all’esterno delle scuole o dei locali pubblici. La mascherina indossata correttamente e il distanziamento sociale proteggono noi stessi e gli altri: in questa fase è fondamentale che ciascuno faccia la sua parte≫.

LEGGI ANCHE Arrestato imprenditore valtellinese, maxi sequestro della Guardia di Finanza

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia