Tovo Sant'Agata

Presentato il libro di Strambini

Incontro culturale.

Presentato il libro di Strambini
Tiranese, 14 Ottobre 2020 ore 08:18

Lettere.

Presentato il libro di Strambini

Prima presentazione pubblica del libro “Si erano persi nei meandri della vita ed altri racconti” di Alessio Strambini. L’incontro, che ha assunto un piacevole tono colloquiale e culturale, si è tenuto la sera di giovedì 24 settembre nel salone di Casa Canali a Tovo S. Agata. L’evento è stato organizzato grazie all’interessamento di Roberta Giffalini, già assessore al Sociale e alla Scuola in Comune a Tovo, che si è intrattenuta in una conversazione con l’autore davanti ad un pubblico selezionato, nel rispetto delle regole per contrastare il coronavirus. Grazie alle domande poste da Roberta, Alessio ha potuto parlare della raccolta di racconti ma anche del proprio percorso di vita da quando ha cominciato a collaborare con delle testate locali diventando pubblicista a quando ha ricevuto la proposta di stampa da parte della VJ edizioni di Edoardo Ferrario. La casa editrice milanese ha deciso di pubblicare il volume che, lo ricordiamo, si intitola “Si erano persi nei meandri della vita ed altri racconti” e si compone di sette racconti d’amore, due racconti di vita, quattro “Lezioni di donne” e tre mini scritti “Complicità”.

Origine

L’autore ha spiegato l’origine e le vicende di alcuni racconti, incuriosendo il pubblico, e non ha mancato di ringraziare il fotografo Mauro Cusini, in parte artefice della pubblicazione del volume. “I primi racconti della raccolta sono stati ideati dieci anni fa – ha detto Alessio Strambini – mentre da un anno a questa parte ho cominciato a scrivere le Lezioni di donne. I testi vengono pubblicati sul mensile Alpes e ogni tanto su Facebook dove sono stati notati da Mauro che all’inizio mi ha consigliato un’autopubblicazione. Dopo le prime due edizioni auto prodotte è arrivata la proposta della VJ di Edoardo Ferrario”. Durante la serata, prendendo spunto dai racconti, si è parlato di diversi argomenti quali l’arte, l’amore, la vita e la morte, il destino e il caso. I progetti futuri dell’autore riguardano la pubblicazione del testo “Dèjà vu”, romanzo di formazione scritto dieci anni fa e che sta subendo diverse revisioni, e magari l’ideazione di una saga tra passato, presente e futuro, tre racconti ambientati nel 1620, all’epoca del Sacro Macello, nel 2020, al tempo del coronavirus, e nel 2420 in attesa di cosa ci riserverà il futuro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia