Menu
Cerca

Topi e ratti a Sondrio, è in atto un'invasione?

Abbiamo chiesto un bilancio della situazione all'Assessore Morelli

Topi e ratti a Sondrio, è in atto un'invasione?
Cronaca 22 Settembre 2017 ore 08:55

Topi e ratti a Sondrio scorrazzano per le vie della città. Molte le segnalazioni di persone che affermano di aver visto pantegane in centro nella zona dove scorre il Malleretto, corso d'acqua sotterraneo che attraversa Sondrio. Non si contano invece i topolini di campagna che spesso si rendono visibili vicino ai campi, ai limiti della periferia. Tanto che qualcuno parla di "invasione".

Situazione nella norma

“Nulla fuori dall'ordinario” afferma però l'Assessore all'ambiente Pierluigi Morelli assicurando che la situazione sia completamente sotto controllo. “Attualmento sono almeno tre le aree nella quale è in atto una derattizzazione da parte del Comune – spiega – le trappole per i roditori sono presenti in via Brigate orobiche, attorno al Tennis e in via Trento, un numero di interventi nella norma e non si parla di emergenza come invece lo è stato per le zanzare”. Per i fastidiosi insetti infatti sono stati necessari interventi straordinari dovuti al loro eccessivo proliferare, per i piccoli mammiferi invece i numeri non superano i dati degli anni passati.

Topi e ratti a Sondrio

“I topi sono da sempre presenti nelle città, quelli di campagna sono anche segno di un ambiente non inquinato, e spesso i cittadini se ne occupano da soli senza rivolgersi al Comune – conclude – i grossi ratti in centro sono certamente fastidiosi, stiamo facendo il possibile e attendiamo i risultati della derattizzazione”.

Necrologie