Sondrio-Valmalenco

Alt[r]o Festival: sabato e domenica riparte il cammino alla scoperta della montagna

Due giorni pieni di iniziative completamente gratuite fra escursioni, bike, arrampicata, teatro, musica e letteratura

Alt[r]o Festival: sabato e domenica riparte il cammino alla scoperta della montagna
Sondrio, 24 Settembre 2020 ore 15:19

Un anno dopo la prima edizione, Alt[r]o Festival, l’evento che non c’era e che Valmalenco Verticale ha inventato, è pronto a continuare il cammino iniziato nel 2019, quasi che dodici mesi non fossero passati.

Alt[r]o Festival

In questo anno tribolato c’è voglia di aria aperta, di condivisione e di svago, e le tante iniziative in programma la soddisfano, concedendo un fine settimana diverso dal solito a stretto contatto con la natura. Alt[r]o Festival è per tutti: per appassionati della natura, sportivi, bambini, adulti e famiglie, per chi ha voglia di camminare e di scoprire, di guardare la natura con occhi diversi, di sperimentare nuovi modi di vivere la montagna, per chi preferisce condividere le escursioni con il gruppo e per chi sceglie di rimanere da solo. Si può decidere di vivere intensamente questa due giorni o di partecipare sabato o domenica, a tante iniziative o a una soltanto. L’importante sarà esserci. Escursioni a piedi o in bicicletta, arrampicate, racconti, teatro, musica, fotografia, laboratori e seminari: il programma è ricco e vario, una proposta insolita ma convincente. Molto attesi sono gli ospiti, chiamati ad animare i diversi momenti con il loro estro e le loro conoscenze, che coinvolgeranno i partecipanti in nuove esperienze. Gli attori Stefano Scherini e Giovanna Scardoni, il musicista Alex De Simoni, la guida alpina Michele Comi, i narratori Nicola Noè e Vinicio Stefanello, lo scrittore Luca Rota, l’artista e camminatore Andrea Mori, gli equilibristi Giovanni di Matteo, Davide Spaccasassi, Julian Caleau di Slackline Bologna.

LEGGI ANCHE: Anteprima per Alt[r]o Festival

Due giorni

La due giorni in cammino partirà sabato mattina per concludersi nel tardo pomeriggio di domenica ma con un’anteprima che è già un invito a sperimentare, un richiamo a “Ogni passo un racconto”, la frase che ha accompagnato la promozione di Alt[r]o Festival. Domani, dalle 18.30 alle 20.30, a Castello Masegra, si comincerà con “Ogni uomo è un libro”, una serata ispirata alle Human Libraries, le biblioteche umane, per ascoltare storie e condividere esperienze con le voci di chi accompagnerà il cammino. La partecipazione è libera fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Chiunque può incamminarsi

Il consiglio di Valmalenco Verticale è quello di leggere il programma e poi di mettersi in cammino partendo dal fondovalle, quindi da Sondrio, ma si può anche risalire la valle con i mezzi pubblici per raggiungere più velocemente i luoghi di interesse. Il percorso individuato parte dal ponte del Gombaro, passando per Maioni, Mossini, Arquino, Cagnoletti, Torre Santa Maria e Basci per arrivare a Chiesa in Valmalenco: tutte le iniziative si svolgono lungo questa direttrice. Chiunque può incamminarsi, l’importante è iscriversi presso gli Info Point di piazza Campello e via Tonale a Sondrio e di Vassalini a Chiesa in Valmalenco per ritirare il kit dell’errante con le mappe del percorso, gli orari, gli appuntamenti, i cammini e i laboratori. L’iscrizione è completamente gratuita. Le previsioni meteorologiche per sabato e domenica sono incoraggianti, ma la manifestazione si svolgerà regolarmente con qualsiasi condizione, con minime variazioni di programma che saranno tempestivamente comunicate attraverso i social media. Per qualsiasi informazione si può scrivere a info@altrofestivalvalmalenco.it.

Organizzato da Valmalenco Verticale

Alt[r]o Festival è organizzato da Valmalenco Verticale in collaborazione con il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco, l’Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco, i Comuni di Chiesa in Valmalenco e di Sondrio, la Comunità Montana di Sondrio e il Consorzio Bim dell’Adda. È sostenuto dal progetto Interreg “B-ICE & Heritage”, Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014/2020, che unisce la Valmalenco, la Val Poschiavo, la Val Bregaglia e l’Alta Engadina, con le imponenti cime e il Piz Bernina, in un’unica proposta di turismo incentrata sull’ambiente e sul patrimonio culturale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia