Cultura

Tutto esaurito per il week end di Sondrio Festival FOTO

Tutto esaurito per il week end di Sondrio Festival FOTO
Cultura Sondrio, 19 Novembre 2018 ore 18:18

Un grande successo di pubblico, al di là di ogni aspettativa, per il primo week-end del Sondrio Festival, la Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi, giunto alla sua 32esima edizione.

Tutto esaurito al Sondrio Festival

Il Teatro Sociale di Sondrio ha registrato il tutto esaurito sia per le tre serate di proiezione dei documentari, tutte con ospiti d'eccezione (le “voci di Mediaset” Chicco Maggi, Raffaele Farina e Andrea Piovan; l'inviato di guerra Toni Capuozzo e il volto de “L'arca di Noè”, la giornalista Maria Luisa Cocozza), sia per la proiezione in replica dei film in concorso, ma anche per le iniziative pomeridiane di sabato e domenica, con la presentazione di film fuori concorso: “La nostra pietra”, prodotto dal valtellinese Alessandro Melazzini; “Piaga” e “Uomini e lupi sulle Alpi in 10 domande”.

Oltre duemila persone, poi, hanno visitato tra sabato e domenica le due mostre allestite in piazza Garibaldi, a pochi passi dal Teatro Sociale, cuore pulsante del Sondrio Festival.

 

sondrio festival attività didattiche
Foto 1 di 5
sondrio festival attività didattiche
Foto 2 di 5
sondrio festival attività didattiche
Foto 3 di 5
sondrio festival attività didattiche
Foto 4 di 5
20181119_105620
Foto 5 di 5

 

Poseidon

La mostra POSEIDON “Colui che scuote la terra” di Raffaele Cornaggia, è interamente realizzata con rifiuti di plastica sottratti ai processi inquinamento. Poseidon è realizzato con flaconi di detersivi e detergenti, aspirapolveri, phon, robot da cucina, pattini da ghiaccio, parafanghi di scooter, attacchi di snowboard e sci, copricerchi d’auto, gusci di PC, ferri da stiro, rulli da imbianchino, ventilatori, tubi da idraulico, giocattoli, cordless, friggitrici, racchette da tennis, mascherine d’auto e cavi elettrici. L’intera opera è assemblata con più di 300 tra viti, bulloni e barre filettate avvitate a mano.

Stambecco delle Orobie

Poi, la mostra STAMBECCO DELLE OROBIE. Nel giugno 2017 si sono celebrati 30 anni dalla prima operazione di reintroduzione dello stambecco sulle Orobie avviata nell’ambito del progetto “Stambecco Lombardia” che ha permesso, nel corso di 3 anni, di liberare complessivamente 88 individui provenienti dal Parco nazionale del Gran Paradiso. Per celebrare questo importante traguardo la Sezione del CAI di Bergamo, in stretta sinergia con partner istituzionali e tecnici, ha avviato nell’estate 2017 il progetto culturale di “Osservazione Partecipata dello Stambecco sulle Orobie” abbinato a un “Contest fotografico” di cui nel 2018 è in corso una seconda edizione. Obiettivo di questo progetto di “Citizen Science” è sensibilizzare tutti i fruitori della montagna all’osservazione degli aspetti naturalistici del territorio con particolare riferimento a quelli faunistici. L’entusiasmo generato dal progetto e il materiale raccolto hanno permesso di dar vita a una mostra composta da 14 pannelli informativi, arricchiti da un’installazione multimediale e dagli scatti dei vincitori della prima edizione del contest fotografico.

Festival in famiglia

E ancora: grande partecipazione sabato e domenica anche alle attività promosse nell'ambito di “Festival in famiglia”: nel week end proposto lo spettacolo scientifico a cura di Leoscienza “Che forza la natura”, e grandi e piccini hanno anche potuto fare “Incontri curiosi nel bosco” con la naturalista Bogna Sudolska.

Bibliobus

Grande curiosità ha suscitato anche il BiblioBus a cura della Biblioteca civica Pio Rajna di Sondrio, un'occasione preziosa per riscoprire la lettura a bordo di un autobus inglese. Fino a venerdì 23 novembre, dalle ore 16 alle ore 18.30, è possibile salire sull'autobus inglese, e lì accedere a “Gli animali e l'ambiente”, una vera e propria vetrina di libri, periodici e dvd della Biblioteca Rajna dedicata a bambini, ragazzi e adulti sul meraviglioso mondo degli animali.

Attività didattica

E sta riscuotendo grande apprezzamento anche l'attività di dattica, rivolta quest'anno a oltre 11mila studenti della provincia di Sondrio, che si pone l'obiettivo di promuovere un'educazione ambientale di comunità, che parte dalla conoscenza del territorio, degli ambienti naturali, per divenire occasione di educazione alla cittadinanza consapevole e di coesione sociale. Tanto che, per quanto riguarda la didattica itinerante, che inizialmente si sarebbe dovuta svolgere solo nella prima settimana, si è deciso di aggiungere due giornate fitte di appuntamenti viste le tante richieste da parte degli Istituti scolastici provinciali. Ieri l'appuntamento al Polifunzionale di Traona, oggi doppio incontro, a Livigno, presso il Cinelux, e a Cepina di Valdisotto, al Polifunzionale. Entrambe le mattinate vedranno protagonista l'apprezzata didattica di Massimo Favaron, coordinatore delle attività didattiche e divulgative del Parco Nazionale dello Stelvio.

Scuole primarie

E questa mattina hanno preso il via anche gli appuntamenti rivolti agli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, al Teatro Sociale. Ogni mattina, fino a venerdì, i ragazzi assisteranno alla proiezione di uno dei documentari in concorso, poi allo spettacolo “Missione spaziale”, che oggi ha incantato e fatto divertire i tanti studenti presenti in sala.

LEGGI ANCHE: Maria Luisa Cocozza coinvolge tutti al Sondrio Festival

Seguici sui nostri canali
Necrologie