Ecco come verrano usati i fondi dei canoni idrici

La Giunta regionale ha approvato il programma per il 2018 degli interventi nell'ambito dell'Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale per la provincia di Sondrio

Ecco come verrano usati i fondi dei canoni idrici
Economia 03 Agosto 2018 ore 15:43

Interventi mirati per lo sviluppo del territorio della provincia di Sondrio, con un finanziamento complessivo pari a 19.624.000 euro, oltre a una programmazione di 9.245.000 euro per gli anni 2019 e 2020. E' quanto prevede il Programma per il 2018 degli interventi nell'ambito dell'Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale per la provincia di Sondrio (AQST), approvato nell'ultima seduta di Giunta regionale, con una delibera, proposta dall'assessore alla Programmazione Negoziata, Montagna, Enti Locali e Piccoli Comuni Massimo Sertori, di concerto con l'assessore al Turismo, Marketing territoriale, Moda e Design Lara Magoni, che recepisce quanto già approvato il 13 luglio dal Comitato per l'AQST per la provincia di Sondrio.

Finanziamenti

"Grazie ai proventiderivanti dai canoni idrici per l'utilizzo delle acque pubbliche provinciali - spiega l'assessore Sertori - finanziamo progetti strategici che consentiranno di rendere più competitivo tutto il territorio provinciale e sviluppare il suo comparto turistico, consentendo inoltre di non tagliare nessun servizio a differenza di quanto accade in altri territori provinciali".

Azioni, interventi significativi e beneficiari

Le azioni previste hanno ricaduta su tutto il territorio e interessano più ambiti: dal potenziamento e riqualificazione del sistema viario al risparmio energetico e riqualificazione straordinaria degli edifici pubblici sino al potenziamento delle infrastrutture a favore dell'offerta turistica e interventi per le imprese.

Programmazione pluriennali e progetti emblematici

Il programma contiene anche alcune importanti novità, tra le quali l'introduzione di progettualità pluriennali e l'inserimento dei cinque Progetti Emblematici di Fondazione Cariplo e cofinanziati da Regione Lombardia. Tra gli interventi particolarmente significativi, vengono destinati quasi 12 milioni per il miglioramento della viabilità provinciale e comunale; circa 6,5 milioni per gli istituti scolastici, compresa la riqualificazione dell'Istituto Mattei di Sondrio; circa 4 milioni per il comparto turistico e oltre a 5,7 milioni per la gestione di servizi utili alla cittadinanza.

Sertori: sviluppo del territorio montano

“Sono sicuro - conclude Sertori - che le risorse a disposizione verranno utilizzate al meglio e concorreranno allo sviluppo del territorio montano, che deve sostenere costi maggiori rispetto ad aree di pianura sia nell'ambito delle infrastrutture che in quello dei servizi".

Magoni: interventi per il rilancio del turismo

"Si tratta di interventi necessari e strategici per il rilancio del settore turistico in provincia di Sondrio - ha sottolineato l'assessore Magoni -. Servizi efficienti, strutture ricettive e infrastrutture moderne sono un passo obbligato per rendere sempre più attrattivo e competitivo un territorio dalle notevoli potenzialità non del tutto ancora espresse. Sondrio e la sua provincia devono valorizzare un turismo destagionalizzato e di qualità, in grado di offrire ai visitatori proposte convincenti per tutto l'anno. L'approvazione del programma per il 2018 va proprio in questa direzione".

Necrologie