opportunità di sviluppo

Infrastrutture verso le Olimpiadi 2026: interventi importanti per la Provincia di Sondrio

Gratitudine verso il Governo da parte del PD provinciale: “Segno di attenzione alla montagna”

Infrastrutture verso le Olimpiadi 2026: interventi importanti per la Provincia di Sondrio
Economia 06 Dicembre 2020 ore 10:45

La segreteria provinciale del Partito democratico saluta con grande soddisfazione la firma dei due ministri dem Paola De Micheli e Roberto Gualtieri, sotto il decreto governativo che chiude l’iter procedurale di assegnazione del miliardo di euro ai territori in cui si svolgeranno i Giochi olimpici, per la realizzazione di interventi di miglioramento dell’accessibilità.

Attenzione alla montagna

“Un segnale importante dell’attenzione che il Governo riserva alla montagna – commenta il segretario provinciale del Pd Michele Iannotti – e, in particolare, ad un’area periferica come la nostra, con un’esigua densità abitativa e lontana dai grossi centri urbani, ma per questo ancor più bisognosa di infrastrutture efficienti e sostenibili”.

LEGGI ANCHE: Olimpiadi 2026, dalla Regione 55,8 milioni per l’Alta Valle

Interventi

Un’altra buona notizia per la provincia di Sondrio, dopo l’annuncio della settimana scorsa da parte del ministro alle Infrastrutture De Micheli di voler stanziare 30 milioni di euro per concludere i lavori del by pass della frana di Spriana e la conferma dei 100 milioni per il tunnel del Ruinon. Del miliardo complessivamente stanziato per le Olimpiadi, alla provincia di Sondrio saranno assegnati la maggior parte dei 473 milioni di euro destinati alla Lombardia. Oltre alla tangenziale di Tirano, intervento già ricompreso e finanziato con le opere definite “necessarie” dal provvedimento del governo, la cui realizzazione è fondamentale per rendere ancora più vivibile uno dei centri più importanti della nostra provincia, le risorse stanziate saranno utilizzate per la risoluzione del nodo di Castione Andevenno, che servirà a migliorare il flusso di traffico in uscita dalla città di Sondrio, per la tangenziale sud di Sondrio che oggi finisce su un passaggio a livello, per la sistemazione di alcuni tratti della 38 da Colico a Tirano, per l’allargamento della strada per l’Aprica, per interventi puntuali di potenziamento degli svincoli, per la soppressione dei passaggi a livello tra Colico e Tirano e per l’acquisto di sei treni elettrici da utilizzare sulla linea ferroviaria Milano-Tirano. Tutti interventi che oltre a migliorare l’accessibilità alle nostre Valli, produrranno un importante ritorno d’immagine per il nostro territorio oltre che per l’economia ed il turismo.

Opportunità di sviluppo

Il partito provinciale esprime gratitudine per l’impegno del Governo che, pur nelle mille difficoltà di questa pandemia, dimostra attenzione anche per i territori più periferici. “Dal canto nostro – dice Iannotti – sappiamo bene che le Olimpiadi invernali del 2026 rappresentano un’opportunità di sviluppo e valorizzazione per la nostra provincia, anche di quella parte non direttamente interessata dagli interventi infrastrutturali e dalle gare, oltre che un’occasione unica per rilanciare il dibattito sul futuro che vogliamo. Una sfida – conclude il segretario – che il nostro territorio vuole vincere con investimenti che devono avere una visione di lungo periodo, volti a migliorare la qualità della vita di tutti gli abitanti di Valtellina e Valchiavenna”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità