Politica
per le imprese

"I bandi regionali vanno rivisti", la denuncia di Raffaele Straniero

Il consigliere regionale del PD ha presentato un'interrogazione riguardo al funzionamento dei metodi di finanziamento di Regione Lombardia.

"I bandi regionali vanno rivisti", la denuncia di Raffaele Straniero
Politica 01 Novembre 2021 ore 07:45

Bandi regionali che vanno deserti o, al contrario, che vengono esauriti letteralmente in pochi minuti. Da tempo Raffaele Straniero, consigliere regionale del Pd, denuncia il fatto che qualche problema, evidentemente, nell’impostazione e nel funzionamento di questi metodi di finanziamento regionali non funziona.

Vanno rivisti

“Vanno decisamente rivisti: nell’ultimo anno, siamo passati da bandi per il sostegno alle partite Iva che hanno presentato rilevanti economie di spesa, dal 30 al 70 per cento, quindi poco pubblicizzati o molto complicati, ad altri, come quello recente della linea A destinata agli artigiani, che in meno di un’ora hanno visto ‘bruciate’ tutte le risorse”, fa sapere Straniero.

E porta esempi concreti riferiti alla misura, che finanzia interventi in nuove immobilizzazioni materiali (impianti, macchinari, ecc.) e immateriali (software, brevetti…), in manutenzione ordinaria, straordinaria e revamping di impianti e macchinari:

“Ho raccolto la testimonianza di un artigiano che si è collegato alle 12, non riusciva ad accedere al sito per le troppe connessioni, è entrato nel sistema alle 13 ed era già stato chiuso perché i fondi erano esauriti – racconta il consigliere Pd –. Regione Lombardia ha deciso di rifinanziare il bando, ma che certezza abbiamo che altri non incontrino nuovamente difficoltà o impedimenti?”.

Interrogazione

Per questo Straniero ha presentato un’interrogazione:

“Nell’atto riassumo la situazione e poi chiedo precisazioni all’assessore, in particolare di sapere la tempistica esatta di esaurimento delle risorse e se la piattaforma bandi on line dove caricare le domande ha retto oppure ha subito dei rallentamenti o dei blocchi temporanei durante l’intervallo di tempo compreso tra l’apertura e la chiusura della misura per esaurimento fondi”.

Necrologie