Mondiali Short Track: a Bormio è subito record

La competizione è entrata subito nel vivo.

Mondiali Short Track: a Bormio è subito record
Sport Alta Valle, 01 Febbraio 2020 ore 08:40

Bormio ed è subito record del mondo.

Campionato del mondo di short track di Bormio

Non poteva iniziare in maniera migliore il Campionato del mondo di short track di Bormio, visto che già nella prima giornata di gare sono stati segnati ben due nuovi primati mondiali juniores di distanza. Il primo sensazionale record è stato siglato dal cinese Zhang capace di ritoccare di un decimo quello precedente e chiudere i 4,5 giri del format con il crono di 40.331. Un timing di assoluto livello se si pensa che il record mondiale senior è di 8 decimi inferiore e appartiene al connazionale, idolo della specialità, Wu. Un ora più tardi ecco arrivare il secondo record mondiale, sempre al maschile ma nella distanza dei 1000 metri. Il merito va attribuito al giovane russo Balbekov (1.23.690) che ha battuto di 16 centesimi il record che apparteneva al connazionale Shulginov.

LEGGI ANCHE: Il nome di Stelvy vale un premio per Luca Bormolini

Due primati mondiali

Due primati mondiali che come già ribadito più volte quando si parla del ghiaccio di Bormio, premia la bontà delle pista valtellinse, rinomata in ambito internazionale per il suo oval da record. Una prima giornata di gare di questo super Campionato del Mondo Juniores che ha saputo regalare un sacco di soddisfazioni in casa Italia, per merito anche dei tre atleti bormini, Elisa Confortola Viola De Piazza e Luca Spechenhauser. Passaggio ai quarti di finale ottenuto per il 19enne poliziotto di Bormio “Luca Spek” grazie a due seconde piazze nei 1500 e 1000 metri ed un tempo di ripescaggio nella gara a lui meno avvezza, quella dei 500 metri. Missione compiuta anche per Elisa Confortola, seconda nei 1000 metri e terza sia nei 500 che nei 1500 metri, ottenendo il pass per i turni successivi. Bene anche la debuttante al mondiale Viola De Piazza seconda nei 1000 metri. Giornata più che positiva anche per ciò che riguarda il torinese Luca Lim Durrance vincitore della sua batteria nei 1500 e 500 metri e secondo nei 1000 metri. Bene per due terzi anche il trentino Thomas Nadalini primo nei 1000 metri secondo nei 500 e purtroppo squalificato nei 1500 metri. Tornando al settore azzurro femminile, Katia Filippi e Chiara Betti hanno ottenuto il passaggio del turno nella gara dei 500 metri. A fine giornata altra grande soddisfazione per il nuovo record italiano junior ottenuto dall'atleta di casa Luca Spechenhauser, spinto a dare il meglio di sè sulla pista di casa. Domani pomeriggio le prime finali, con grande attesa per gli atleti azzurri qualificati.

Necrologie