In gara anche un bormino

 Seconda Prova Cronometrata a Bormio: italiani brillanti sulla Stelvio

Paris sesto e Innerhofer sedicesimo nella seconda prova della discesa vinta ancora dallo statunitense Cochran-Siegle

 Seconda Prova Cronometrata a Bormio: italiani brillanti sulla Stelvio
Sport Alta Valle, 27 Dicembre 2020 ore 15:22

Lo yankee Ryan Cochran-Siegle, primo nella prova inaugurale di sabato, si è ripetuto oggi facendo segnare il miglior tempo anche nella seconda prova cronometrata e dimostrando di essere in gran spolvero su una Stelvio in condizioni pressoché perfette.

Cochran-Siegle il più veloce

Cochran-Siegle ha fermato le lancette del cronometro sull’1’58”63, più o meno in linea col tempo fatto segnare ieri, precedendo l’austriaco Vincent Kriechmayr, staccato di 30 centesimi. Terza piazza a pari merito, staccati di 34 centesimi dallo statunitense, per l’austriaco Matthias Mayer e per il francese Brice Roger. Quinta piazza per un altro transalpino Matthieu Bailet, a 1”06, e sesto un ottimo Dominik Paris, a 1”20, che sta ritrovando le sensazioni giuste su quella che è la “sua” pista avendo vinto le ultime quattro discese disputate sul tracciato bormino.

Gli azzurri

Deluso dalla prima prova, Domme ieri è parso rinfrancato e siamo certi che nel superG di domani e nella discesa di martedì proverà a dire la sua. Bene anche Christof Innerhofer, sedicesimo a 1”80 dal leader, e grande seconda prova per Pietro Zazzi, ventiseienne bormino del Reit Ski Team che ha strappato la 18^ piazza a 1”93” da Cochran-Siegle, e Florian Schieder, 20° a 2”12. Tra gli azzurri, non è invece partito Guglielmo Bosca che, caduto sabato nella prima prova della discesa, si è procurato un trauma distorsivo al ginocchio destro con possibili lesioni. Il 27enne milanese dell’Esercito sarà sottoposto nei prossimi giorni ad ulteriori esami da parte della Commissione medica FISI che valuterà come trattare il trauma dell’azzurro.

Pista tosta

Questo il commento di Paris: “La pista è tosta, molto difficile, è più lucida rispetto a ieri, devo ancora trovare l’equilibrio giusto. Nella prima prova ho sciato male, oggi è andata meglio, ho trovato un po’ di fiducia in più per mollare gli sci. Ma non sono ancora al top per questa pista, vediamo se riesco a fare ancora un piccolo step in gara”. Qui tutti si aspettano un bel risultato da Paris, senti la pressione. “No, la pressione è poca… sto cercando ancora di sciare veloce e di trovare quelle belle sensazioni che ti permettono di andar forte e di divertirti nel contempo. Ora faccio ancora un po’ di fatica però ogni giorno la condizione è migliore e questo è un fattore positivo. La Stelvio è tosta, oggi gli sci sbattevano tanto, qui si fatica sempre un po’…”.

Complimenti agli organizzatori

“La pista è in ottime condizioni, – ha detto Innerhofer – faccio i complimenti agli organizzatori. Io ho avuto sensazioni migliori rispetto a ieri. La pista è tosta, ghiacciata, sbatte tanto, oggi ho provato a metterci una marcia in più e ci sono riuscito. Era uno step importante per me trovare un po’ il “coraggio” di buttarmi… Fisicamente sto molto meglio in confronto alle prima uscite, ieri ho fatto una ricognizione veloce, ho cercato di pennellare le linee. Oggi ho spinto un po’ di più, sul canalino Sertorelli non mi sono ancora fidato tanto e infatti ho beccato alcuni decimi. In curva sono andato molto bene in molti passaggi, secondo me ho ancora del margine sia in cima sia nelle ultime porte dove mi sono rialzato per risparmiare energie per le gare”.

CLASSIFICHE UFFICIALI SECONDA PROVA:
 https://mcusercontent.com/717d1cfbb2add171fe1361c2b/files/71e4864b-0cac-4025-835b-f54d2bf06e62/C73A_Official_Results_FIS2021AL0062RLT2.pdf

Il programma 2020

Lunedì 28.12
• 11:30 – Gara di SuperG maschile e Cerimonia di premiazione – Ski stadium
Martedì 29.12
• 11:30 – Gara di Discesa Libera e Cerimonia di premiazione – Ski stadium

4 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità