Guardaroba profumata: quale profumo "indossare" in ufficio?

Guardaroba profumata: quale profumo "indossare" in ufficio?
Tempo libero 29 Luglio 2021 ore 07:14

Non è difficile scegliere un profumo per il lavoro: basta prestare attenzione ad alcune regole generali e selezionare non solo in base alle preferenze personali, ma anche al tipo di attività.

Indipendentemente dal campo di attività, ci sono due criteri universali per un buon profumo per il lavoro: leggerezza e discrezione. Scegli un profumo https://makeup.it/brand/26987/ che ti aiuti a concentrarti e non ti distragga dalla tua attività principale. Inoltre, non portare con te profumi oleosi e solidi: l'odore scompare rapidamente e non c'è sempre tempo per rinnovare l'aroma.
Nell'etichetta aziendale, un profumo troppo forte non ha nulla a che fare con il potere e il dominio. Ci sono aree dove sono consentiti gli “scherzi” della profumeria. Ma per un impiegato o una persona che indossa un'uniforme, il profumo dovrebbe essere leggero e discreto, come una camicia bianca. 

Se sei un manager e lavori nel tuo ufficio, quando scegli un profumo, puoi essere guidato non solo dal codice di abbigliamento, ma anche dalle preferenze personali. Una buona soluzione sono i profumi floreali, chypre, legnosi o aromatici. Tuttavia, non dovresti esagerare nemmeno qui: i profumi orientali pesanti saranno più appropriati la sera.

Per gli uomini, le regole sono più rigide: anche una leggera dolcezza può sembrare provocatoria e inappropriata. Tuttavia, la mascolinità franca è abbastanza benvenuta, l'importante è non esagerare con sfumature audaci. Profumi legnosi saranno un ottimo accompagnamento per un look da ufficio: calmo, sobrio e solido.

Se lavori in un ufficio di tipo Open Space, i profumi troppo aspri, intensi e serali possono intralciare i tuoi colleghi. L'opzione migliore è una fragranza leggera con note agrumati e floreali. Pertanto, i giovani dipendenti che stanno appena iniziando la loro carriera, di regola, vanno al lavoro, profumati di “freschezza”. Il che è abbastanza logico: è così che dimostrano la loro energia, volontà di fare qualcosa, coraggio e determinazione. Note agrumate, acquatiche e verdi trasmettono perfettamente questo messaggio. I senior manager che hanno raggiunto certe altezze preferiscono gli aromi "ricchi" di sandalo, palissandro, vetiver. Questi ingredienti rari e quindi costosi in tutti i sensi suonano discreti ma sicuri, sottolineando lo status professionale o sociale.

Sicuramente non vale la pena "portare" in ufficio aromi troppo pesanti e penetranti con note come, ad esempio, la tuberosa, che è molto ambigua (soprattutto con il caldo). Inoltre, si sconsiglia il mughetto, la peonia e lillà, che possono suonare troppo "franco", nelle composizioni "da ufficio".
Inoltre, non essere provocatorio. Un'eccessiva dolcezza, durezza o sfumature audaci attireranno troppa attenzione su di te. È una questione individuale, ovviamente, ma andiamo in ufficio per lavorare, non per scioccare!

Può aiutarti il profumo a scalare la carriera?

In una certa misura, sì. Se al tuo capo piace il tuo profumo, allora forse ti chiamerà spesso in ufficio e, volontariamente o meno, simpatizzerà con te. Ma nel caso in cui alcune note lo irritino, causino mal di testa, aumentino l'irritabilità, molto probabilmente eviterà incontri personali, cercando di allontanarti (e in effetti, di “sbarazzarsi” della causa del suo disturbo). 

Spesso, molti dicono "Questo è il mio preferito, lo uso sempre, indipendentemente dall'umore e dal luogo dell'evento ... Sì, certo, questi sono i profumi associati a ricordi che ti calmano ... ma non sono sempre appropriato per il lavoro. Dopotutto, non portiamo il nostro "cuscino" preferito in ufficio...

Affidati alle tue preferenze estetiche: impara e prova! Basta attenersi alle regole sopra descritte e il tuo aspetto sarà sempre vario, attraente e sobrio!

Necrologie