Tegola per il settore

Stop allo sci fino al 5 marzo 2021, uno shock

Una doccia fredda alla vigilia della data precedentemente annunciata per la ripartenza degli impianti sciistici.

Stop allo sci fino al 5 marzo 2021, uno shock
Cronaca 14 Febbraio 2021 ore 20:02

Stop allo sci fino al 5 marzo 2021. Uno shock per tutto il settore turistico della montagna.

Impianti sciistici fermi

Il ministro della Salute Roberto Speranza, domenica 14 febbraio 2021, ha firmato un provvedimento che vieta lo svolgimento delle attività sciistiche amatoriali fino al 5 marzo 2021, data di scadenza del DPCM 14 gennaio 2021.

LEGGI ANCHE: Impianti da sci chiusi, monta la rabbia:"La montagna merita rispetto"

Tegola per il settore

Sette giorni fa lo il Comitato Tecnico Scientifico aveva dato il via libera a un regolamento molto severo per poter riaprire. Su quella base Regione Lombardia aveva consentito la riapertura. Oggi la tegola: il CTS ha sancito che non si presentano le condizioni per poter riaprire rimandando la decisione alla politica. Decisione arrivata dal neo Ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha firmato l'ordinanza che rimanda al 5 marzo l'apertura degli impianti sciistici.

Una notizia terribile per gli operatori turistici della Valtellina e Valchiavenna che, potendo aprire questa settimana, speravano di reuperare parte della stagione invernale. Il nuovo stop manda in fumo contratti e prenotazioni presi in vista della riapertura. Riapertura che non avverrà fino al 5 marzo.

LEGGI ANCHE:

Stop impianti da sci, è un dramma che condanna la nostra provincia

Sci fermo, Mottolino annulla l'apertura. Rocca:"Delusi e sconcertati"

Sci fermo, Currò: "Ristori celeri e adeguati per la montagna"

Necrologie