Auto su mercatini natalizi a Sondrio "poteva essere una strage"

La ricostruzione del gesto folle

Auto su mercatini natalizi a Sondrio "poteva essere una strage"
Cronaca Sondrio, 10 Dicembre 2017 ore 08:00

Era sotto l’effetto di alcool e droga il 27enne che ieri ha condotto la sua auto sui mercatini natalizi a Sondrio in Piazza Garibaldi.

QUI L'ARTICOLO QUANDO APPENA SUCCESSO

Auto su mercatini natalizi a Sondrio

Verso le 14.30 l’uomo, residente e Poggiridenti, è uscito dal parcheggio interrato sotto la piazza a tutta velocità. Dall’uscita di via Alessi, dopo aver sfondato l’asta del pedaggio, la vettura quasi impazzita ha girato verso l’area pedonale in quel momento molto frequentata. La pista di pattinaggio aveva appena aperto e le bancarelle cominciavano a riempirsi di visitatori.

TUTTI GLI ARTICOLI:

Terrore in piazza Garibaldi a Sondrio il conducente è stato arrestato

Auto su mercatini natalizi a Sondrio "poteva essere una strage"

Terrore in Piazza Garibaldi, "era ubriaco"

Ubriaco investe tre persone in centro a Sondrio

Voleva fare vittime

Secondo la ricostruzione, l’auto si è diretta verso la folla. L’intento sembra fosse quello di fare vittime. La vettura dopo aver attraversato in diagonale  ha imboccato via Caimi, lì vedendo due uomini sul marciapiede ha tentato di investirli. Fortunatamente ne ha centrato solo uno lasciando l’altro sotto choc. Infine l’auto si è schiantata contro il pilastro di un palazzo e il conducente ha tentato invano la fuga, alcuni passanti lo hanno bloccato mentre le Forze dell’Ordine lo hanno raggiunto e fermato definitivamente.

Tre vittime

Tre sono le persone ferite. La prima vittima ad essere investita, una donna di 44 anni, è la più grave ed è stata ricoverata in prognosi riservata, non è in pericolo di vita ma ha il bacino fratturato. Un uomo di 50 anni ha rimediato diverse ferite dopo essere stato colpito in piazza mentre l’ultimo ad essere investito in via Caimi, un 39enne, se l’è cavata con il setto nasale rotto è qualche escoriazione.

Poteva essere una strage

"Per la dinamica poteva essere una strage" una sola certezza nella vicenda che resta difficile da spiegare. M. B. di Poggiridenti attualmente si trova piantonato in ospedale. L’esame del sangue hanno confermato il fatto che avesse assunto alcol e di cannabinoidi prima di mettersi alla guida. Sulle ragioni del gesto sta indagando la squadra mobile delle Questura di Sondrio. Ci si domanda quale possa essere stato il movente di tale follia. I testimoni descrivono l’uomo in uno stato alterato, quando è sceso dalla vettura nel suo tentativo di fuga teneva in braccio il suo cane mentre diceva frasi sconnesse. Nel bagagliaio del veicolo è stata trovata una notevole quantità di birra.

Soccorsi

Sul caso investiga anche la Procura del Dda oltre a quella sondriese. Sul posto oltre il 118 e alla Polizia anche anche Polizia Locale, Vigili del Fuoco e Carabinieri.

Necrologie